You are here
Home > Salute > Nuovi ticket sanità: Lorenzin, non ce ne sono. CGIL: nuovi Lea, nuovi ticket

Nuovi ticket sanità: Lorenzin, non ce ne sono. CGIL: nuovi Lea, nuovi ticket

medico

C’è qualcuno che dice bugie. Da qualche giorno i media riverberano l’allarme lanciato dalla CGIL su nuovi ticket. Il Ministro della Salute Lorenzin assicura che non sono previsti nuovi ticket né alcun aumento di quelli esistenti.

“Nei Livelli Essenziali di Assistenza (Lea) non si introducono nuovi ticket né si aumentano quelli esistenti” ha detto il ministro. “I nuovi livelli di assistenza garantiscono nuove prestazioni gratuite in modo uniforme sul territorio nazionale, dalle nuove terapie per il cancro al cervello, alle cure per l’autismo, per 118 nuove malattie rare e per il piano nazionale vaccini”,dice Lorenzin ricordando lo stanziamento di 800mln l’anno previsto nella Legge di Stabilità.

Non ne è convinta la CGIL che ha lanciato l’allarme di nuovi ticket a carico dei cittadini pari ad un totale stimato di 60 milioni di euro che verranno introdotti con i nuovi Livelli di assistenza (Lea).

La CGIL si basa sui dati della relazione tecnica del ministero della Salute al decreto sui Lea.

Circa “20 mln – spiega all’ANSA Stefano Cecconi, responsabile Politiche Salute Cgil – si otterranno dai nuovi ticket derivati dallo spostamento di alcune prestazioni dal regime Day Surgery a quello ambulatoriale e 40 mln dall’introduzione di nuove prestazioni ambulatoriali”.
Tanto per fare un esempio l’intervento di cataratta non sarà più gratuito.

“Sono in arrivo nuovi ticket – afferma Stefano Cecconi – e questo anche perché, con i nuovi Lea, varie prestazioni chirurgiche finora effettuate in Day Surgery, e quindi gratuitamente, saranno trasferite in regime di prestazione ambulatoriale che implica il pagamento del ticket”. Sono prestazioni chirurgiche che vanno dalla cataratta al tunnel carpale, dall’ernia al dito a martello. Secondo ”le stime del ministero – spiega Cecconi – con i nuovi Lea si realizzeranno maggiori entrate per il Servizio sanitario nazionale pari a 60,4 mln di euro: in particolare, circa 20 mln si otterranno dai nuovi ticket derivati dallo spostamento di alcune prestazioni dal regime Day Surgery a quello ambulatoriale e 40 mln dalla introduzione di nuove prestazioni ambulatoriali nell’elenco dei Lea”.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top