Checco Zalone. Nuovo film tra precariato, welfare e posto fisso. Il Jobs Act della comicità

Milano, 12 maggio 2015 – Checco Zalone presenta il suo nuovo film. “Il tema è un uomo, che sono sempre io, Checco, l’ultimo fortunato che ha il posto pubblico fisso, inamovibile, finché arriva la riforma e viene messo in mobilità.”. Così racconta il suo nuovo film Checco Zalone, al secolo Luca Pasquale Medici, 37 anni, sceneggiatore, cabarettista, comico e fenomeno cinematografico da 120 milioni di euro, in un’intervista rilasciata al quotidiano “La Repubblica” .

[easy_ad_inject_1] “Racconto l’odissea di quest’uomo che pur di non lasciare il suo posto fisso è disposto ad andare sino in Norvegia. Da un ufficio a tre metri da casa affronta un cambio radicale di vita che lo porterà in una cultura totalmente diversa da quella italiana, fatta di gente virtuosa, civile, efficiente, dove il welfare è molto forte. Però sono tutti depressi. E si uccidono. Perché? Lo scoprirete vedendo il film…” racconta ancora Checco Zalone che racconta in realtà una vera e propria “odissea” tra la Puglia, i profughi di Lampedusa, i no tav in Val di Susa, Sardegna e poi finalmente (si fa per dire) la Norvegia.

Ovviamente il film si deve ancora girare e il titolo non è dato saperlo. Certo è che è prodotto da Pietro Valsecchi diretto da Gennaro Nunziante e le riprese inizieranno a luglio. L’uscita nelle sale potrebbe essere già a Natale prossimo.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *