You are here
Home > Italia > Omicidio a Napoli. Gennaro, ragazzo 17 ucciso al rione Sanità. Forse proiettile vagante

Omicidio a Napoli. Gennaro, ragazzo 17 ucciso al rione Sanità. Forse proiettile vagante

Fallback Image

Napoli, 6 settembre 2015 – Ancora sangue nella tormentata Napoli. Questa volta a cadere sotto i colpi di arma da fuoco è un ragazzo di appena 17 anni, Gennaro D.C, ucciso con due colpi di pistola di diverso calibro nel rione Sanità.

[easy_ad_inject_1]Sul posto sono giunti gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli. Secondo quanto si apprende da fonti locali il ragazzo sarebbe stato colpito nei pressi della chiesa di San Vincenzo. Il ragazzo sarebbe stato trasportato con un’auto all’ospedale Vecchio Pellegrini dove poi è morto.

Per terra la polizia avrebbe individuato 18 bossoli di due diversi calibri. Tra le ipotesi della morte del ragazzo che risiedeva in via Santa Maria Antesaecula, e che avrebbe compiuto 18 anni il prossimo 13 giugno, vi è anche quella di essere stato destinatario di un proiettile vagante, esploso in una sparatoria tra bande.

Giuliana Di Sarno, presidente della Terza Municipalità, dichiara: “Assurde le dichiarazioni del sindaco sul fatto che Napoli non sia meno sicura di Roma o Milano. A de Magistris dico: apra gli occhi. A due giorni di distanza al Rione Sanità è stata ammazzata un’altra persona e stavolta si tratta di un ragazzo di 17 anni freddato in piena notte. Proprio stanotte, dopo l’una, io e l’assessore municipale Viviana Salzano ci trovavamo nel quartiere, dopo una riunione con padre Antonio Loffredo per discutere delle strategie di sviluppo del territorio. Nella traiettoria dei proiettili potevamo finire anche noi. Il Rione Sanità sta diventando Baghdad. È ora che tutti ne prendano coscienza”.

Don Antonio Loffredo, parroco della chiesa di Santa Maria della Sanità ha fissato per oggi alle 12.30 l’unica messa domenicale in segno di protesta “contro l’emergenza sicurezza nel quartiere”.

“De Magistris ha sempre dichiarato che i giovani della Sanità sono il ‘petrolio’ di questo quartiere – aggiunge la Di Sarno -. Ora mi chiedo: si rende conto che quegli stessi giovani stanno morendo per una faida di camorra? La morte di un ragazzo è lo specchio del fallimento dello Stato. Da soli non ce la possiamo fare. Tutti hanno il dovere di intervenire con misure specifiche per salvare questo quartiere, dove a distanza di due giorni sono stati ammazzati un uomo di 67 anni alle 7 del mattino e un minorenne in piena notte”.

Viviana Salzano, assessore allo Sviluppo della Terza Municipalità dichiara: “Se piazza Bellini è la ‘faccia’ di Napoli, il Rione Sanità è il ‘cuore’. Ci saremmo aspettati che il sindaco venisse nel quartiere dopo l’omicidio di due giorni fa e ci aspettiamo che venga in piazza oggi alle 12.30, perché i residenti della Sanità vogliono sentire la presenza della massima istituzione cittadina alla luce di quanto sta avvenendo”.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top