Omicidio Ashley Olsen a Firenze. Si stringe il cerchio intorno all’assassino

Firenze – Si stringe il cerchio intorno all’assassino nella giovane americana Ashley Olsen, la 35 enne trovata morta sabato scorso a Firenze e per la quale l’autopsia avrebbe confermato la morte per strangolamento.

Inoltre l’esame autoptico avrebbe dimostrato che lo strangolamento non sarebbe avvenuto a mani nude. Probabilmente sarebbe stato usato il cavetto usb trovato vicino al letto dove era disteso il corpo della donna senza vita.

A quanto si apprende le forze dell’ordine avrebbero avuto elementi importanti dalla visualizzazione delle immagini delle telecamere di sicurezza e dai racconti di alcuni testimoni.

Confermato inoltre l’alibi del fidanzato, il pittore Federico Fiorentini, che sabato alle 14 ha scoperto il cadavere facendosi aprire dalla proprietaria dell’appartamento.

Secondo le ultime ipotesi la donna avrebbe incontrato il suo assassino dopo la nottata trascorsa con le amiche in un locale del centro, fra giovedì e venerdì scorsi.

Il padre di Ashley, Walter Olsen, ha diffuso una lettera: “Siamo devastati dal fatto che la nostra preziosa Ashley sia scomparsa in conseguenza di un crimine orribile e senza senso. Era una giovane bella e creativa, con un’anima felice, generosa ed esuberante, ed adorava la sua vita in San Frediano, a Firenze. Abbiamo il cuore spezzato per la sua perdita“.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *