Omicidio Loris Stival. Veronica in auto della polizia ripercorre il tragitto

Santa Croce Camerina (Ragusa) – Continuano le indagini per la morte del piccolo Loris Stival, ucciso il 29 novembre scorso per strangolamento e trovato morto in un canale di S.Croce Camerina nel ragusano.

[easy_ad_inject_1]Al centro delle attenzioni degli inquirenti c’è ancora una volta il percorso che la mamma, accusata dell’omicidio del figlio, avrebbe fatto con la macchina quella fatidica mattina, percorso che non ha mai convinto davvero i magistrati.

Sotto esame i tempi, i filmati, le testimonianze ma anche un esperimento: Veronica, a bordo di una macchina della polizia, ha indicato il percorso esatto fatto quella mattina: da casa a scuola e poi a casa, poi al corso di cucina a Donnafugata poi a scuola a prendere Loris. Tutto il tragitto è stato ripercorso e i dati saranno ancora una volta confrontati con le immagini e i tempi indicati dalle telecamere che quella mattina erano in funzione, immagini sempre contestate per qualità e tempi dal collegio difensivo di Veronica con a capo l’avvocato Villardita.

Veronica Panarello è in carcere dall’8 dicembre scorso accusata dell’omicidio del figlio Loris ma si è sempre proclamata innocente.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *