Omicidio Yara Gambirasio. Ripreso il processo contro Massimo Bossetti con la deposizione della mamma di Yara

Brescia, 12 settembre 2015 – E’ ripreso ieri al tribunale di Bergamo il processo che vede imputato Massimo Bossetti, il muratore di Mapello in carcere dal 16 giugno dell’anno scorso, accusato dell’omicidio della tredicenne Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate trovata uccisa tre mesi dopo in un campo di Chignolo d’Isola, il 26 febbraio del 2011.

[easy_ad_inject_1]E’ stata l’udienza dell’attesa deposizione di Maura Panarese,la mamma di Yara Gambirasio, che ha parlato senza rivolgere lo sguardo all’uomo accusato di aver ucciso la figlia. Bossetti non era seduto nella gabbia degli imputati ma accanto ai suoi avvocati. Dopo aver descritto la “settimana tipo” di Yara, la mamma ha spiegato cosa accadde il 26 novembre 2010 quando la tredicenne scomparve per essere trovata uccisa 3 mesi dopo.

Il 26 novembre 2010, quando Yara scomparve, aveva ricevuto il ‘pagellino’ ed era “contentissima per i voti bellissimi” ha raccontato tra l’altro la mamma rispondendo alle domande del Pubblico Ministero.

Oltre alla mamma di Yara sono stati sentiti il padre e la sorella Keba.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *