Omofobia in scuola a Monza. Padre denuncia: “Messo fuori dalla classe perché è gay”

Monza, 29 settembre 2015 – Una triste vicenda di discriminazione omofoba si sarebbe compiuta in una scuola di Monza ai danni di uno studente di 16 anni che sarebbe stato discriminato perché gay.

[easy_ad_inject_1] Secondo quanto denunciato dal padre del ragazzo scrivendo al preside dell’Istituto cattolico professionale Ecfop e alla stampa locale, il ragazzo sarebbe stato lasciato fuori in corridoio per la sua omosessualità.
Nello specifico il 16enne sarebbe stato tenuto fuori dalla classe per una foto scattata insieme a un altro ragazzo e postata su un social network.

Sul caso sono intervenuti i carabinieri che stanno eseguendo le verifiche del caso.

Dura la reazione di Arcigay: “Fatto gravissimo, inconcepibile, per il quale chiediamo l’intervento fermo e severo del Miur” ha dichiarato Flavio Romani, presidente dell’associazione che denuncia: “Spetta al Ministero di inviare tempestivamente i propri ispettori. Qualora le circostanze fossero confermate, e il modo in cui il dirigente scolastico rivendica i suoi provvedimenti pare lasciare pochi dubbi, sarebbero doverose l’immediata interruzione di qualsiasi forma di accreditamento pubblico e l’applicazione di qualsiasi strumento per sanzionare una pratica discriminatoria grave, perché violenta nel messaggio e estremamente dannosa. Non esiste – ha spiegato Romani – alcun catechismo che in Italia valga più della nostra Carta costituzionale“.

Intanto a Roma, ieri, un ragazzo 26 enne sarebbe stato insultato e picchiato a causa della sua omosessualità.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *