Orrore Isis. 15enne ucciso per aver ascoltato pop music occidentale

Altri due ragazzi uccisi per non aver partecipato alla preghiera del venerdì. Quattro donne inoltre sono state lapidate perché accusate di adulterio.
Ascoltare musica è una pratica considerata normale per tanti ragazzi, soprattutto adolescenti, che adorano la pop music occidentale. Mettere un paio di cuffiette nelle orecchie e gioire del brano del proprio artista preferito è un gesto per noi ovvio e non si pensa che evidentemente non è così in tutto il mondo.

Ancora oggi. Ancora in questo terzo millennio, che solo qualche decennio ci promettevano essere così lontano dal medioevo, non tutti gli adolescenti possono scegliere di ascoltare la musica che vogliono. Per alcuni ragazzi ascoltare pop music occidentale può essere pericoloso per la propria vita.

E la cronaca purtroppo ha registrato un terribile caso di un ragazzino di appena 15 anni, ucciso e decapitato per il solo fatto di aver ascoltato musica pop occidentale.

A decapitare il giovane sono state le milizie dell’Isis che non si sono fermati al tragico gesto. I jihadisti hanno inoltre ucciso a colpi di pistola altri due ragazzi, per non aver partecipato alla preghiera del venerdì.

A rivelare le tre esecuzioni è l’Asia news secondo la quale le tre esecuzioni rientrano in una campagna di repressione delle libertà personali, lanciata dai leader dell’Isis a Mosul, nel nord dell’Iraq.

Nella stessa città di Mosul quattro donne sarebbero state accusate di adulterio e lapidate pubblicamente.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *