Papa Francesco incontra delegazione della Guardia Costiera italiana che soccorre i migranti in mare

Città del Vaticano, 18 febbraio 2015 – Papa Francesco ha incontrato ieri sera a Santa Marta una delegazione della Guardia Costiera italiana che gli ha portato la testimonianza del servizio svolto in mare per le difficili operazioni di soccorso di profughi e migranti.

A renderlo noto è il Direttore della Sala Stampa, P. Lombardi secondo il quale la delegazione, composta da 8 persone, era guidata dall’ammiraglio Comandante Felicio Angrisano e dall’ammiraglio Capo del reparto operativo Giovanni Pettorino, e accompagnata dal Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi.

[easy_ad_inject_1]

“I presenti hanno raccontato al Papa le loro esperienze concrete, toccanti e impressionanti, e al termine il Papa si è rivolto a loro manifestando la sua partecipazione e il suo apprezzamento per il servizio svolto con coraggio e dedizione a favore dei più poveri. Il Papa ha ricordato il suo viaggio a Lampedusa e ha lodato la solidarietà dei lampedusani con i rifugiati anche a costo di danni per il turismo sull’isola; ha ricordato di avervi inviato il suo elemosiniere, Mons. Krajewski, a partecipare alle operazioni di recupero delle salme dopo il terribile naufragio dello scorso anno, e ha concluso con queste parole: “…io ho ammirazione per voi, davvero, lo dico, mi sento piccolo davanti al lavoro che voi fate rischiando la vita, e vi ringrazio di cuore per questo. Ma vi sostengo come posso: con le preghiere e le buone parole e l’affetto”. (nota di Padre Lombardi)

Libia. Incursione dell’Egitto a Derna. 55 jihadisti catturati

Il Cairo, 18 febbraio 2015 – Dopo i bombardamento delle scorse ore in risposta all’uccisione dei copti egiziani uccisi, l’Egitto avrebbe questa mattina compiuto un’incursione di terra con forze speciali dell’esercito nella città di Derna, la città dichiarasi Califfato dell’Isis nel nord-est della Libia.

Secondo quanto si apprende da fonti libiche, l’incursione egiziana ha permesso la cattura di 55 jihadisti dell’Isis.

[easy_ad_inject_1] Nelle stesse ore il primo ministro libico, Abdullah al-Thani, ha detto alla radio tunisina che miliziani dell’Isis e di Boko Haram hanno raggiunto i gruppi terroristici in Libia e si starebbero avvicinando al confine tunisino.

La Tunisia avrebbe rafforzato il controllo lungo il suo confine dispiegando diverse unità del proprio esercito e la Guardia Nazionale.

Ucraina. Poroshenko: “Truppe Kiev via da Debaltsevo”

Kiev, 18 feb 2015 – Le truppe ucraine si starebbero ritirando da Debaltsevo, città di snodo strategico tra Dontesk e Lugansk. A darne conferma è il presidente Ucraino Poroshenko che ha precisato che l’80% delle forze ha lasciato Debaltseve e altre due colonne dovrebbero ritirarsi a breve.
Il ritiro di armi pesanti sarebbe in corso anche da parte dei separatisti filorussi da varie zone del Donbas. Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha detto che il contenuto degli accordi di Minsk è quasi interamente realizzato con l’eccezione della città di Debaltsevo.

L’Alto Rappresentante per gli affari esteri dell’Unione Europea, l’italiana Federica Mogherini ammonisce la Russia e i separatisti filorussi ad attuare immediatamente tutti gli impegni assunti a Minsk e che l’Unione Europea è pronta a prendere “misure appropriate” nel caso in cui i combattimenti dovessero continuare.

[easy_ad_inject_1] Chiaro è il riferimento della Mogherini alle recenti azioni dei separatisti a Delatsevo, considerata una chiara violazione del cessate il fuoco.

“L’Unione Europea è pronta a prendere misure appropriate nel caso in cui i combattimenti continuino, in violazione degli accordi di Minsk” (Federica Mogherini).

Pescara. Crollo intonaco dal solaio in scuola: 2 feriti

Pescara, 18 febbraio 2015 – Due ragazzi sono rimasti lievemente feriti con contusioni ed abrasioni in conseguenza del crollo di intonaco dal solaio di una scuola di Pescara mentre erano in corso le lezioni.
L’incidente si è verificato nell’edificio che ospita l’Istituto Professionale di Stato Servizi per l’ Enogastronomia e l’ Ospitalità Alberghiera “Filippo De Cecco” di Pescara ex Aterno.
E’ stata disposta immediatamente l’evacuazione dei circa 800 ragazzi dalla scuola e tutte le lezioni sono sospese nel plesso di Via dei Sabini, mentre proseguono regolarmente nei plessi di Via Italica e di Via Tirino.

[easy_ad_inject_1] Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri che stanno eseguendo i rilievi necessari per comprendere le dinamiche dell’incidente e individuare eventuali responsabilità.
I due ragazzi feriti sono stati soccorsi dai sanitari del 118 che hanno fatto intervenire sul posto un’ambulanza e trasportati per controlli all’Ospedale di Pescara.

Nuova minaccia Isis: “Attaccheremo le barche e le navi dei crociati”

Roma, 18 febbraio 2015 – Portare il sud dell’Europa nel caos e dunque anche l’Italia. Sarebbe questo il disegno dell’Isis in Libia secondo quanto rivelato dal Daily Telegraph che cita come fonte documenti segreti dei jihadisti.
La minaccia Isis sarebbe quella di infiltrare jihadisti nei barconi di immigrati diretti in Italia e attaccare le compagnie marittime e le navi dei Crociati.

[easy_ad_inject_1] Secondo Abu Arhim al-Libim, figura di spicco dello Stato islamico, l’utilizzo strategico dei barconi dei migranti per fini di terrorismo per portare il caos del sud Europa è più che una possibilità vista la vicinanza della Libia dalle coste italiane ed europee.

 

In arrivo le lenti a contatto con lo zoom

San Josè (California – USA), 18 febbraio 2015 – E’ in arrivo sul mercato mondiale un nuovo tipo di lente a contatto “telescopico”, che permette cioè di poter ingrandire le immagini attivando un complicato sistema tecnologico attivato facendo semplicemente un occhiolino.

Il progetto è stato ufficialmente presentato dai loro creatori, i ricercatori della Ecole Polytechnique Federale di Losanna nell’ambito dell’American Association for the Advancement of Science e finanziato dalla DARPA.

Secondo quanto si apprende, le lenti a contatto si utilizzano con occhiali speciali a cristalli liquidi collegato ad un sistema elettronico, e contengono un meccanismo tecnologico in uno spesso di appena 1,55 millimetri che, leggendo i movimenti delle palpebre, permettono a chi le indossa di attivare con un semplice occhiolino un sistema di zoom fino a 2.8 volte, restituendo all’occhio umano immagini ingrandite della realtà.

[easy_ad_inject_1]Per disattivare il sistema basterebbe fare un occhiolino con l’altro occhio e si ritorna alla visualizzazione normale.
Per ora l’ingrandimento possibile è fino a 2.8 volte.

Non si sa quando le lenti a contatto telescopiche saranno realmente disponibile sul mercato per il grande pubblico ed essere un supporto sanitario utile per chi, ad esempio ha problemi di vista e degenerazione maculare senile.

Terremoto. Continua oggi lo sciame sismico tra Bologna e Firenze

Bologna, 18 febbraio 2015 – Continua lo sciame sismico nell’Appennino bolognese dopo la forte scossa di terremoto di magnitudo 3.9 gradi Richter, registrata ieri sera 42 minuti dopo le 20.

Secondo quanto riportato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) sono decine le scosse che per tutta la notte e la mattina di oggi stanno interessando la zona di appennino tra Firenze e Bologna

L’ultima scossa è registrata pochi minuti fa alle 11:12 con una magnitudo di 2.5 gradi Richter, una profondità di 8.8 km. L’epicentro è stato individuato tra i comuni di Castel del Rio, Monghidoro e Firenzuola. Tutte le scosse di terremoto fin ora registrate, con eccezione di quella forte di ieri sera non hanno mai superato i 3 gradi della scala Richter.

[easy_ad_inject_1] Tanta la preoccupazione ma, fortunatamente, nessun danno a persone e cose è stato fin ora registrato.

Libia. Appello Isis alle Brigate di Misurata per alleanza

Roma, 18 febbraio 2015 – L’Isis avrebbe lanciato un appello alle Brigate islamiche Fajr Libya, conosciute anche come “Brigate di Misurata” che ieri avrebbero ripreso il controllo di Sirte sottraendola agli jihadisti del Califfato.
Secondo fonti libiche l’Isis chiede loto di allearsi e di rinunciare ad alcune zone di Tripoli.

[easy_ad_inject_1] Le Brigate Fajr Libya (che significa “Alba della Libia”) sostengono il governo parallelo non riconosciuto di Tripoli e proprio nella capitale libica avrebbero il controllo di diverse zone dove avrebbero proceduto all’arresto di 39 egiziani.

Un’ eventuale alleanza tra Isis e Brigate islamiche Fajr Libya permetterebbe al Califfato di procedere con maggiore facilità verso la presa della capitale libica.

Libia. Reazioni alle parole Gentiloni da Lega e M5S

Roma, 18 febbraio 2015 – Dure reazioni alle parole del Ministro degli Esteri Gentiloni di stamattina alla Camera nell’ambito dell’informativa urgente del Governo sui recenti sviluppi della situazione nel Paese nord africano sono arrivate dalle opposizioni.

In particolare i grillini in una nota congiunta dei deputati e senatori del Movimento 5 Stelle fanno sapere che “Il ministro Gentiloni è riuscito a contraddirsi e a negare, di fronte al Parlamento, le sue stesse parole avventuriere pronunciate qualche giorno fa. È solo un clown in un governo d’improvvisatori” e ribadiscono il loro “sostegno all’apertura di una fase di riconciliazione nazionale in Libia”.

[easy_ad_inject_1] Tra le reazioni maggiormente dure si segnala quella di Alessandro Di Battista (M5S), che nel dibattito dopo l’informativa ha detto:

Una guerra in Libia sarebbe una catastrofe, sarebbe il nostro Vietnam: se Gentiloni e Pinotti vogliono fare i marines, si accomodino pure. Spenderemo i loro stipendi da casta per cose più utili. Per fortuna ci siamo noi in Parlamento contro chi gode quando cade una bomba e se ne fotte dei morti. La guerra produce terrorismo.

Per Fedriga (Lega Nord): “L’atteggiamento del ministro e dell’esecutivo è imprudente: si sta sottostimando l’allarme terroristico e il rischio che i fondamentalisti si mescolino tra gli sbarcati, come dimostrano le indagini di due procure e i servizi segreti”.

Si tratta solo di polemiche strumentali da parte di Lega e M5S è la replica del PD.

Regione Lombardia approva il referendum sull’autonomia

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato la proposta di referendum consultivo per chiedere maggiore autonomia per la Regione, in base all’art. 116 della Costituzione.

Il provvedimento voluto dalla Lega Nord è stato votato in modo compatto sia dalla maggioranza di centrodestra sia dai consiglieri del Movimento 5 Stelle, fatto che ha permesso di raggiungere il quorum della maggioranza dei due terzi. Ha votato contro il provvedimento il Partito Democratico.

“Sono molto soddisfatto, era il referendum che volevamo. L’unica strada per ottenere qualcosa da Roma è far scendere in campo il popolo sovrano, dare ai cittadini la possibilità di esprimersi, perché le ‘letterine’, gli emendamenti o le ‘propostine’ di legge non servono a nulla”.

[easy_ad_inject_1] E’ quanto affermato, tra l’altro, dal Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni (Lega Nord) poco dopo la votazione del provvedimento intitolato “Proposta di deliberazione di indizione di referendum consultivo concernente l’iniziativa per l’attribuzione, alla Regione Lombardia, di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, ai sensi dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione“.