You are here
Home > Società > Pamela Anderson guarirà dall’epatite C: “Mi sembra di avere 20 anni di meno”

Pamela Anderson guarirà dall’epatite C: “Mi sembra di avere 20 anni di meno”

Fallback Image

Los Angeles, California (USA), 1 settembre 2015 – “Mi sento come se avessi vent’anni di meno. Ogni giorno mi guardo allo specchio e mi sento più giovane e forte. Presto guarirò dall’epatite C”. Con queste parole Pamela Anderson, l’ex bagnina di Baywatch, commenta la sua gioia per la nuova cura intrapresa per sconfiggere definitivamente l’epatite C, la malattia che ha contratto facendo un tatuaggio e che la tormenta da oltre sedici anni.

[easy_ad_inject_1]Pamela Anderson, malata di epatite C dal 2002, ha rivelato che il suo medico le ha prescritto un nuovo farmaco approvato dalla Food and Drug Administration che sarebbe in grado di sradicare il virus, un farmaco che le ha dato una nuova speranza di poter guarire dalla malattia.

Quando le fu diagnosticata l’epatite C, la star della fortunata serie americana “Baywatch”, aveva definito la sua malattia come una condanna a morte. Dopo aver sperimentato varie medicine alternative, Pamela Anderson ha recentemente deciso di provare il nuovo farmaco anti-virale che potrebbe farla guarire in un mese.

“Mi ritengo molto fortunata per essere sopravvissuta per 16 anni con l’Epatite C. Sedici anni fa quella diagnosi mi sembrava una condanna a morte. Ha inciso molto sulla mia autostima. Anche se sembro sicura di me, questa malattia è stata come una nube nera sopra di me”

ha raccontato Pamela Anderson a People.

La modella, attrice, showgirl, produttrice cinematografica, attivista e scrittrice canadese naturalizzata statunitense, icona sexy degli anni ’90, 48 anni, ha contratto l’epatite C a causa di un tatuaggio fatto durante il matrimonio con Tommy Lee.

“Non ho subito alcun danno al fegato e non ho effetti collaterali, sto vivendo la mia vita nel modo in cui voglio, ho avuto qualche problema ma l’ho affrontato. E’ stata una vera benedizione poter ottenere il farmaco. Io sono a metà strada. Mi ritengo miracolata”

ha spiegato la Anderson.

Il medico che la segue da circa vent’anni ha, infatti, proposto alla sua “speciale” paziente una nuova cura farmacologica che la farebbe guarire completamente dalla malattia in un mese.

[easy_ad_inject_2]

Similar Articles

Lascia un commento


Top