Patente di guida: dal 2016 test obbligatori per chi soffre di colpi di sonno

Roma, 6 maggio 2015 – Pugno duro che chi soffre di colpi di sonno e vuole rinnovare o conseguire la patente di guida dall’anno prossimo. Secondo una recente direttiva europea, la n. 2014/85/UE, che tutti gli Stati membri sono obbligati a recepire entro il 31 dicembre 2015, chi soffre di patologie legate al sonno, dal 1° gennaio 2016 dovrà sottoporsi obbligatoriamente a specifici test diagnostici, terapeutici e di follow-up per rinnovare o conseguire la patente di guida.

[easy_ad_inject_1]Tali test saranno dunque necessari per conseguire l’idoneità psico-fisica alla guida per tutti i conducenti di veicoli a motore con sospetta Osas, la Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno, che è caratterizzata da ripetuti episodi di completa e/o parziale e/o prolungata ostruzione delle vie aeree superiori durante il sonno, normalmente associati a una riduzione della saturazione di ossigeno nel sangue. Questi episodi determinano una frammentazione del sonno a cui consegue una sonnolenza diurna inappropriata. Chi ne soffre infatti si sente assonnato durante la giornata, e ciò, specie nei guidatori, può indurre colpi di sonno che, spesso, sono causa di incidenti stradali.

Uno dei problemi che si può presentare visti i tempi in cui il nostro legislatore dovrà recepire la direttiva europea e inserirla nel nostro Codice della Strada, è la possibilità concreta di disservizi a livello di trasporti pubblici e privati, poiché chi soffre o si sospetta semplicemente che possa avere i sintomi della Osas dovrà sottoporsi a molti esami diagnostici prima di vedersi rinnovare la patente.

L’OSAS è una malattia facilmente diagnosticabile e curabile, ma se ne parla ancora troppo poco. Il pugno duro imposto dalla direttiva europea servirà certamente a rendere il guidatore più responsabile e a prevenire molti più incidenti stradali. Chi soffre di colpi di sonno deve essere consapevole che quando si mette alla guida sta mettendo in pericolo la vita degli altri.

Il Ministero della Salute, con la collaborazione di alcuni esperti del Ministero dei Trasporti, ha già provveduto all’istituzione di due commissioni tecniche di esperti per inserire una norma legislativa ad hoc nel Codice della strada dopo l’approvazione da parte del Parlamento.

“Circa il 22% degli incidenti stradali in Italia è causato da problemi di sonnolenza diurna alla guida, prevalentemente originati dall’OSAS. Quest’ultima determina un costo di circa di 1 miliardo di euro l’anno (tra costi diretti ed indiretti) per l’intera comunità”

ha dichiarato il professor Sergio Garbarino neurologo e rappresentante per l’Italia della Commissione Europea di esperti preposta ad approfondire il tema.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *