Pensioni Inps. Nannicini: “Flessibilità nella prossima legge di stabilità”

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini: flessibilità in uscita nella prossima legge di stabilità. Perdita pensione di Reversibilità? Renzi: “una balla che hanno scritto”
Roma, 24 febbraio 2016 – Tommaso Nannicini, il sottosegretario alla presidenza del consiglio, ha dichiarato che il tema pensioni con riguardo, in particolare, alla flessibilità in uscita dal lavoro, sarà affrontato nella prossima legge di stabilità, finanze statali permettendo.

Il tema pensioni rimane dunque caldo nell’agenda di governo ma bisognerà attendere il prossimo autunno perché, come ha detto Nannicini a margine di un convegno dell’Istat, riportando le parole del premier Matteo Renzi “i tempi non erano ancora maturi in questa legge di stabilità, ma il tema resta e il governo intende affrontarlo se il quadro di finanza pubblica lo consentirà”.

“Sulle pensioni il tema è quello della flessibilità in uscita, che cercheremo di affrontare nella prossima legge di stabilità. Come già detto dal premier i tempi non erano ancora maturi in questa legge di stabilità, ma il tema resta e il governo intende affrontarlo se il quadro di finanza pubblica lo consentirà”

Riguardo alle ultime voci circolate circa un possibile intervento del governo sulle pensioni di reversibilità, Nannicini ha precisato che si tratta solo di acque agitate ad arte da chi vuole solo sollevare problemi che non ci sono per poi prendersi il merito di averli risolti. Dunque, almeno per il momento, sembra che non ci sia alcuna volontà del governo di intervenire sulle pensioni di reversibilità.

“non c’è mai stato nulla sulla reversibilità, è la tipica tempesta in un bicchier d’acqua agitata ad arte da chi solleva problemi, che non ci sono, per poi prendersi il merito di averli risolti. Nel decreto sul contrasto alla povertà quello che c’è è un’ampia delega sul riordino degli strumenti assistenziali”

Pensioni di reversibilità tolte? Renzi: “una balla” – Voci smentite direttamente anche dal presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita allo stabilimento Icr di Lodi dove ha assistito alla posa della prima pietra di un nuovo impianto.

“Mi ha fermato una signora che lavora qui da 29 anni e mi ha chiesto delle pensioni: le ho detto che questa cosa della reversibilità non vale, è una balla che hanno scritto”, ha detto il premier.

Autore: Mena Cirillo

Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *