Pensioni Inps: fuga pensionati all’estero, +65%. Tito Boeri:”Freno a pensioni all’estero”

Roma, 30 settembre 2015 – Sono 400 mila gli anziani pensionati che ricevono assegni pensionistici italiani che vivono all’estero, ma sono in continuo aumento: lo scorso anno gli espatri sono stati oltre 16 mila con un aumento del +65%.

[easy_ad_inject_1] E’ quanto emerge dal rapporto “World wide Inps” sulle pensioni all’estero, secondo il quale il numero dei pensionati italiani che decidono di emigrare e di farsi pagare la pensione all’estero è decisamente in aumento. Secondo i dati Inps, solo nel 2014 i pensionati espatriati sono stati 5.345, il 65% in più dell’anno precedente. Dal 2010 il numero è più che raddoppiato (+109%). Oltre 36.500 pensionati risultano “in fuga” dal 2003 al 2014.

Il presidente Inps Tito Boeri propone lo stop delle prestazioni non contributive all’estero. “Paghiamo integrazioni al minimo e maggiorazioni sociali a persone che vivono e pagano le tasse altrove”.

Allo stesso tempo i tanti immigrati che sono in Italia versano contributi previdenziali senza ricevere alcuna pensione: sono 198.430 (il 21% del totale), ma hanno versato contributi per oltre 3 miliardi di euro a cui si aggiungono altri 12 miliardi, calcolando il 21% delle 4,2 milioni di posizioni contributive delle generazioni di immigrati non ancora arrivati a maturare i requisiti di vecchiaia, che hanno erogato contributi che capitalizzati valgono oltre 56 miliardi.

“Gli immigrati ci danno risorse importanti – ha sottolineato Boeri – Noi dreniamo risorse perché non eroghiamo prestazioni. E’ un drenaggio documentato e le risorse potrebbero essere utilizzate per investire su politiche dell’integrazione degli immigrati”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *