Per una tintarella naturale ecco la top ten della frutta abbronzante

Roma, 9 giugno 2015 – La frutta è amica della tintarella. Per la stagione estiva gli amanti della tintarella naturale hanno un nuovo alleato sulle loro tavole, la frutta. Mangiare frutta fa bene all’organismo perché ci protegge dalle elevate temperature e, allo stesso tempo, ci aiuta ad ottenere una bella abbronzatura naturale.

[easy_ad_inject_1]La Coldiretti, in occasione dell’arrivo dall’Africa di Scipione, l’anticiclone con afa e caldo che riscalderà il nostro Paese per molti giorni a partire da metà settimana, ha messo a punto la speciale classifica top ten della frutta che abbronza.

“Con il grande caldo, consumare carote, insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, albicocche, fragole o ciliegie serve a preparare l’abbronzatura estiva ma anche a difendersi dai colpi di calore sopratutto se l’alimentazione è accompagnata da comportamenti corretti, come vestirsi con abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, fare docce tiepide, truccarsi in modo leggero, proteggersi con creme adeguate ed usare profumi con essenze naturali”

sottolinea la Coldiretti in una nota stampa.

Questo tipo di alimentazione sarà dunque in grado di difendere il corpo dall’ondata di caldo, specie per anziani e bambini, e aiuterà a catturare i raggi del sole garantendo così un’abbronzatura naturale. Ovviamente, si consiglia fortemente di evitare di esporsi al sole nelle ore centrali della giornata, quelle più calde, e di esporsi gradualmente ai raggi solari, dando tempo alla pelle di assorbirli meglio per raggiungere una tintarella perfetta e naturale.

Sul podio del cibo che dona una bella abbronzatura, secondo la classifica della Coldiretti, ci sono carote, radicchi e albicocche ma aiutano molto anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, fragole o ciliegie che sono disponibili in grande quantità e varietà in questo periodo dell’anno.

Le carote contengono 1200 microgrammi di Vitamina A, che favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore scuro alla pelle. Al secondo posto troviamo gli spinaci e il radicchio che contengono circa 500-600 microgrammi di vitamina A, seguono albicocche (350-500), cicoria e lattuga (220-260), melone giallo (200), sedano (200), peperoni (100-150), pomodori (50-100), pesche (100), cocomeri, fragole e ciliege (20-40 ).

Con l’arrivo della stagione estiva e in particolare delle ondate di caldo, gli esperti consigliano di consumare molta più frutta e verdura perché contengono oltre che vitamine, sali minerali e liquidi molto importanti non solo per mantenere idratato l’organismo ma anche per aiutarlo a combnattere i radicali liberi prodotti come conseguenza dell’esposizione solare.

La Coldiretti sottolinea come le vitamine A, C ed E contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca, sono ottimi antiossidanti naturali.

[easy_ad_inject_2] [starbox]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *