Piazza del Popolo netturbino lava auto. Codacons denuncia e la Cgil difende. 100 euro di multa

Un netturbino dell’Ama è stato immortalato in un video intento a lavare un auto con una pompa in Piazza del Popolo, una delle più celebri piazze di Roma, ai piedi del Pincio, meta di milioni di turisti che si recano in visita presso la Basilica di Santa Maria in Montesanto o la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli o nella famosa Basilica di Santa Maria del Popolo.

La denuncia è partita con nota e video dell’associazione di consumatori Condacons.

“Nelle immagini riprese da un passante compare un uomo che indossa la divisa da operatore Ama che imbraccia una pompa ed esegue un lavaggio completo di una automobile bianca parcheggiata nella piazza, utilizzando una grande quantità di acqua” si legge in una nota dell’associazione. Il Codacons annuncia inoltre di aver presentato un esposto alla Procura di Roma, alla Sovrintendenza ai beni culturali e alla Corte dei Conti del Lazio.

La replica della Cgil: L’operatore Ama “Stava togliendo gli schizzi da un taxi che la spazzatrice aveva sporcato”. Non dunque un lavaggio privato ma semplicemente l’esercizio del proprio dovere nel pulire un taxi usando un idropompa per rimuovere gli schizzi causati dalla spazzatrice. E’ questa la difesa della Fp Cgil e del presidente Ama, Daniele Fortini.

Codacons incalza: una difesa che tuttavia non convince il Codacons che incalza “Pensano che qualcuno possa artefare un filmato per modificare la realtà, e addirittura tentano di trasformare un atto assurdo e riprovevole come quello avvenuto ieri in Piazza del Popolo in un comportamento lecito – afferma il Codacons – Anche nel caso in cui l’addetto Ama avesse sporcato il taxi (così come afferma il sindacato) il lavoratore non era in alcun modo autorizzato ad utilizzare un mezzo della società per riparare al proprio errore e pulire una vettura privata, perché ciò non è previsto dalla legge. Il tempo impiegato dall’addetto Ama a pulire il taxi, così come l’acqua utilizzata, sono stati interamente pagati dai romani attraverso le tasse sui rifiuti. Per non parlare del gravissimo danno all’immagine di Roma e dell’Italia prodotto dall’episodio di ieri, di cui dovrebbero rispondere i dipendenti colpevoli e a questo punto anche la Cgil Funzione Pubblica, sindacato che avrebbe fatto meglio ad aprire un procedimento contro il dipendente e cancellarlo dal sindacato stesso se iscritto. Anche perché le immagini pubblicate dal Codacons e le dichiarazioni del testimone che ha realizzato il video smentiscono l’ipotesi che il taxi sia stato sporcato per errore dalla spazzatrice, avendo l’addetto Ama pulito a fondo il tetto dell’auto, punto dove la spazzatrice non potrebbe arrivare a sporcare.

“Ora ci aspettiamo che anche il candidato Roberto Giachetti, il quale ha il sostegno della Cgil, intervenga a favore dell’attività di autolavaggio nelle piazze storiche di Roma, magari istituendo una gara in tema “car-wash” – afferma il candidato sindaco di Roma, Carlo Rienzi – Se troviamo inaccettabili le dichiarazioni della Cgil sul caso, ancor più anomalo risulta il silenzio di Giachetti, che sull’episodio non ha espresso alcun commento”.

Al netturbino 100 euro di multa : intanto è scattata la multa per il netturbino dell’Ama che ascoltato dai vigili riguardo ai fatti accaduti in Piazza del Popolo, è stato sanzionato a norma dall’articolo 9 nel Regolamento di Polizia Urbana che regola l’esercizio di mestieri e lavori sul suolo pubblico.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *