Pillole dimagranti killer: Interpol dirama allarme globale su dinitrofenolo

Londra, 7 maggio 2015 – L’Interpol ha diramato un allarme in tutto il mondo per una sostanza chimica illecita e potenzialmente letale, il dinitrofenolo, contenuta in delle pillole dimagranti Killer che si utilizzano appunto per dimagrire e perdere peso più facilmente, o come aiuto nel body-building. Il dinitrofenolo da tempo viene utilizzato come pillola dimagrante, ignorando che si tratta di una sostanza chimica altamente tossica per l’organismo umano.

[easy_ad_inject_1]L’allarme è stato lanciato dopo due recenti morti sospette, una avvenuta in Gran Bretagna dove è morta una ragazza di soli 21 anni, Eloise Aimee Parry, che aveva acquistato le pillole dimagranti sotto accusa; l’altra vittima è un ragazzo francese che si era ammalato gravemente dopo l’assunzione della stessa sostanza chimica, il dinitrofenolo.

Si tratta di una sostanza che normalmente viene commercializzata come pesticida, e proprio perché può essere acquistato online facilmente, da qualche tempo viene usata come anoressizzante, e i suoi effetti letali purtroppo hanno già causato diverse morti.

Queste pericolosissime pillole vengono pubblicizzate sul web come pillole dimagranti dagli effetti miracolosi, che promettono un fisico mozzafiato, ma che hanno fatto finora troppe vittime. Ecco perché l’Interpol dopo aver acquistato online, dall’Australia, un campione di pillole killer, le ha fatte analizzare e dopo aver scoperto il loro alto potenziale letale ha diramato un allarme internazionale in 190 paesi per metterli in guardia dal concreto pericolo delle pillole dimagranti killer a fronte di una seria minaccia globale per gli inconsapevoli clienti che le acquistano on line.

Secondo quanto riportano i media inglesi, le vittime delle pillole dimagranti killer in Gran Bretagna sarebbero sei, cinque avvenute tra il 2007 e il 2013, oltre la giovane ragazza di 21 anni che è morta il mese scorso dopo aver preso 8 pillole. Eloise voleva dimagrire pur avendo un peso nella norma. Un’altra vittima si è registrata anche in Australia.

I venditori di morte si nascondono dietro siti anonimi che promettono di effettuare la consegna a domicilio in appena un giorno e offrono anche campioni gratuiti.

“Oltre ad essere prodotta in laboratori clandestini senza norme igieniche, senza conoscenze specialistiche di produzione, i produttori espongono i consumatori anche a un maggior rischio di sovradosaggio”

spiegano gli esperti.

Questa sostanza chimica, un composto organico giallo, si presenta in polvere o in capsula, ma è anche disponibile come una crema. Viene utilizzata come pesticida ed esplosivo. Era popolare nel 1930 come aiuto in più nella dieta, ma è stata vietata dopo che si è rivelata velenosa e potenzialmente cancerogena.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *