Lotta alla Leucemia. Risultati positivi da farmaci anti diabete

Londra (Regno Unito), 4 settembre 2015 – La leucemia mieloide acuta è uno dei più comuni tipi di leucemia negli adulti, rappresentando il 25% di tutte le leucemie degli adulti nel mondo occidentale, è un tipo raro di cancro del midollo osseo e del sangue, e ha una delle più basse percentuali di sopravvivenza tra tutti i tipi di leucemie.

[easy_ad_inject_1]Nuove speranze nella lotta alla leucemia arrivano da una classe di farmaci per il diabete di tipo 2, conosciuti anche come anche glitazoni o tiazolidinedioni, che potrebbe contribuire a combattere la leucemia mieloide cronica. Questo tipo di farmaci, di cui fa parte anche il pioglitazone (l’unico disponibile in Gran Bretagna) associati alla terapia tradizionale per la cura della leucemia, avrebbe dato buoni risultati su pazienti malati di leucemia mieloide cronica, il tumore del sangue che colpisce mediamente 2 persone ogni 100mila.

E’ quanto emerge da uno studio condotto da un team di ricercatori internazionale pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Nature. La ricerca è ancora in fase preliminare ma inizia a dare risultati positivi.

Nel diabete di tipo 2, i glitazoni riducono la resistenza del corpo all’insulina in modo che i livelli di glucosio nel sangue possono essere più efficacemente controllate. I primi esperimenti hanno coinvolto 24 pazienti con leucemia mieloide acuta resistente alla sola terapia standard, ai quali è stato somministrato in combinazione ai farmaci tradizionali, il farmaco anti diabete pioglitazone.

Dopo i primi 12 mesi di trattamento, più della metà dei pazienti trattati con questa terapia combinata erano in remissione. Inoltre, dai risultati della ricerca è emerso che i primi tre pazienti con leucemia a cui è stato somministrato il pioglitazone, nei cinque anni successivi, non hanno sviluppato recidive del tumore.

“Questo studio è la dimostrazione di come la conoscenza della biologia delle cellule tumorali possa contribuire a migliorare le terapie per i pazienti. Tuttavia, si tratta di una ricerca preliminare basata su un piccolo numero di pazienti. Sarà interessante scoprire se questo trattamento combinato funziona anche in trial clinici più ampi”

ha spiegato Peter Johnson, del Cancer Research UK, alla BBC.

Visti i primi risultati positivi, i ricercatori sperano di poter utilizzare lo stesso approccio terapeutico anche per altri tipi di tumore.

Con il termine leucemia si indica un insieme di malattie maligne, vari tipi di cancri o tumori caratterizzati dalla proliferazione neoplastica di una cellula staminale ematopoietica e si traduce in un numero elevato di globuli bianchi anormali.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *