Plutone. New Horizons: c’è anche una scienziata italiana nel team, Cristina Dalle Ore

Roma, 17 luglio 2015 – Dopo l’arrivo delle immagini della Nasa dalla sonda New Horizons che si è avvicinata a Plutone a 12.500 km di distanza dalla sua superficie, si scopre che nel team che ha permesso questo importante passo nell’esplorazione spaziale c’è anche una ricercatrice italiana.

[easy_ad_inject_1]Si tratta di Cristina Dalle Ore, di Treviso raggiunta e intervistata da Wired.

Cristina Dalle Ore fa parte proprio del team che ha messo a punto lo spettografo della New Horizons.

“Sono una collaboratrice del gruppo che studia la composizione delle superfici di Plutone e delle sue lune. Il mio ruolo è analogo a quello di “detective-archeologa”, attraverso lo studio delle immagini “hyperspectral” spiega la scienziata italiana.

Poi spiega l’importanza della missione su Plutone: “spinge i confini della nostra specie ai bordi del sistema solare. Perchè sarà di ispirazione per le nuove generazioni a continuare a espandere l’orizzonte della nostra conoscenza verso nuove mete sempre più lontane. Perché unisce l’umanità nell’entusiasmo della scoperta e in questo rivela la parte migliore del genere umano. E più praticamente perché spinge i limiti della tecnologia motivando nuovi studi».

custom_gallery
images not found
[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *