You are here
Home > Salute > Primo trapianto in Italia da donatore samaritano: trapiantati 5 reni da coppie incompatibili

Primo trapianto in Italia da donatore samaritano: trapiantati 5 reni da coppie incompatibili

trapianto di fegato sbagliato

Roma, 9 aprile 2015 – Per la prima volta in Italia è stato effettuato un trapianto di rene da un donatore samaritano, da una persona, cioè, che ha donato in vita solo e semplicemente per generosità un suo organo, in questo caso un rene, senza sapere chi sarebbe stato il ricevente. A darne l’annuncio il Ministero della Salute, che per domani 10 aprile, alle 15.30, ha indetto una conferenza stampa a cui parteciperanno il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, insieme al dottor Nanni Costa, Direttore del Centro Nazionale Trapianti, oltre ai chirurghi che hanno effettuato gli espianti degli organi e i successivi trapianti, per presentare

“i risultati del primo trapianto in Italia da donatore samaritano e l’effetto domino che ne è scaturito attraverso il programma di cross over che ha consentito a cinque coppie risultate incompatibili tra loro di poter ricevere un trapianto di rene”.

[easy_ad_inject_1]Secondo le prime indiscrezioni, il primo trapianto sarebbe stato effettuato a Milano da una donna che ha donato il proprio rene. Grazie alla catena cross over che si è venuta a creare è stato possibile

“incrociare i dati di tutti i donatori e i riceventi delle coppie, idonei al trapianto da vivente ma incompatibili tra di loro a livello immunologico o per gruppo sanguigno, creando così una catena di donazioni e di trapianti”.

Ciò ha consentito di poter effettuare 5 trapianti di rene a coppie tra loro incompatibili. La donazione da vivente cross over si presenta come una speranza in più per tutti coloro che sono in attesa di un organo.
[easy_ad_inject_2]

Similar Articles

Lascia un commento


Top