You are here
Home > Economia > Lavoro > Professione badante, colf o baby sitter: il lavoro che non conosce crisi, anzi è in crescita

Professione badante, colf o baby sitter: il lavoro che non conosce crisi, anzi è in crescita

Badante

Nell’Italia che invecchia c’è un lavoro che non conosce crisi: quello della badante e della collaboratrice familiare, primo tra i lavori domestici italiani e di fatto unica attività lavorativa che segna una crescita dove tutte le altre attività subiscono un rallentamento.

A quanto si apprende dai dati pubblicati oggi dall’associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico (DOMINA)  il numero di colf e badanti italiane è aumentato di 8.700 unità.

I dati Inps e la classifica – Secondo i dati dell’Osservatorio INPS,  sono ben 404.571 i lavoratori domestici provenienti da Paesi dell’Europa dell’Est impiegati in Italia. Al secondo posto i lavoratori di origine italiana con 213.931 unità e al terzo posto troviamo le Filippine con 71.627 lavoratori domestici. Al terzo posto le lavoratrici Filippine impiegate per lo più in qualità di colf”.

“La competizione per il posto di lavoro non è una disciplina olimpica – commenta Lorenzo Gasparrini, segretario generale di DOMINA, Associazione Nazionale Famiglie Datori di Lavoro Domestico – ma se ci fosse un podio per chi conquista più posti di lavoro come colf, badante e baby-sitter in Italia, la medaglia d’oro, come si evince dai dati Inps, andrebbe all’Europa dell’Est.

La medaglia d’argento italiana – prosegue Gasparrini – è un buon piazzamento nel settore del lavoro domestico e la percentuale di italiani che scelgono di svolgere le attività di cura della casa e della persona è l’unica in crescita, rispetto al 2014 il numero di colf e badanti italiane è aumentato di ben 8.700 unità, ma la medaglia d’oro nella ‘disciplina domestica’ sembra essere ancora molto lontana”.

Bonus badanti – intanto si attende la sperimentazione del bonus badanti, contributo annuale di 1.500 euro a coloro che assumeranno una badante, una colf o baby sitter che offra servizi di assistenza domiciliare ad ore. Si attende che la sperimentazione parta nel Comune di Milano, prima città italiana a sperimentare il bonus badanti. Per accedere al bonus varranno requisiti di reddito e si attende il bando per altri dettagli.

Intanto per le famiglie italiane interessate dalla collaborazione di una colf o di una badante arriva fra poco la scadenza del 31 agosto, giorno di retribuzione e della predisposizione del prospetto paga da compilare in duplice copia, una per il lavoratore, firmata dal datore di lavoro, e l’altra per il datore di lavoro, firmata dal lavoratore. Per chi vuole scaricare il prospetto lo trova qui.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top