You are here
Home > Esteri > Profughi. Amnesty International: “è la più grave crisi dei rifugiati dalla seconda guerra mondiale”

Profughi. Amnesty International: “è la più grave crisi dei rifugiati dalla seconda guerra mondiale”

Fallback Image

Parigi, 16 giugno 2015 – Quella che si sta verificando in questi giorno è “la più grave crisi dei rifugiati dalla seconda guerra mondiale”. Lo sostiene Salil Shetty, segretario generale di Amnesty International, organizzazione non governativa internazionale impegnata nella difesa dei diritti umani che ha pubblicato un rapporto dal titolo ‘La crisi globale dei rifugiati, la cospirazione della noncuranza’.

[easy_ad_inject_1]Nel rapporto si evidenzia che le persone sfollate nel mondo sono 50 milioni, di cui 16 milioni ufficialmente riconosciute come rifugiate e l’emergenza non riguarda solo il caso dei migranti nel Mediterraneo ma anche la Siria, l’Africa subsahariana e il Sud-Est asiatico.

In particolare sul fronte siriano ci sono 4 milioni di rifugiati ufficialmente registrati il 95 per cento dei quali sono ospitati in Turchia, Libano, Giordania e Iraq, mentre i rifugiati che scappano dalle guerre nella regione subsahariana sono 3,3 milioni.

Shetty ha parlato poi della situazione dei migranti che attraversano il Mediterraneo e i numeri che offre sono quelli degni della guerra più disastrosa: al 31 maggio di quest’anno i morti sono 1.865, rispetto ai 425 dello scorso anno.

Ma si muore anche nel Sud-Est asiatico, dove 300 persone sono morte nel Mare delle Andamane nei primi tre mesi del 2015 a causa di fame, disidratazione e abusi da parte degli equipaggi delle imbarcazioni.

Quale soluzione a tutto cio? Salil Shetty non ha dubbi “L’attuale crisi non potrà essere risolta se la comunità internazionale non riconoscerà che si tratta di un problema globale che richiede agli Stati di rafforzare significativamente la cooperazione internazionale”.

E innanzitutto è necessario “un impegno per rilocalizzare un milione di rifugiati entro i prossimi quattro anni” e poi subito costituire un “fondo globale per i rifugiati” per aiutare i Paesi che ospitano grandi popolazioni di profughi.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

One thought on “Profughi. Amnesty International: “è la più grave crisi dei rifugiati dalla seconda guerra mondiale”

  1. Questi sono i risultati del neoliberalismo della grande finanza, che ha innalzato il profitto ed il denaro a più alto valore della società. Ciò porta crisi ed ai più alti livelli la disoccupazione, specialmente giovanile, a salari e pensioni sempre più bassi, alle classi più deboli vengono inoltre addossate la maggior parte delle tasse statali e locali e gli vengono tagliati i servizi, per cui i poveri diventano sempre più poveri ed i ricchi sempre più ricchi, alla faccia della cosiddetta democrazia, che non è altro che la dittatura del grande capitale globalizzato. Occorre superare al più presto questo ordinamento sociale che porta miseria, distruzioni e guerre.

Lascia un commento


Top