You are here
Home > Italia > Prostituzione a Roma. Sequestrato appartamento dove finte studentesse offrivano momenti di “relax”

Prostituzione a Roma. Sequestrato appartamento dove finte studentesse offrivano momenti di “relax”

Fallback Image

Roma, 17 maggio 2015 – Un uomo di 30 anni, romano, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione e un appartamento dove ragazze squillo si fingevano studentesse è stato sequestrato al piano terra di un edificio di viale Marconi a Roma.

Le indagini, condotte dagli agenti del commissariato San Paolo, sono partite dopo che i poliziotti hanno notato messaggi pubblicitari affissi a viale Marconi e via Oderisi da Gubbio che promettevano momenti di “relax” da parte di sedicenti studentesse.

[easy_ad_inject_1]Agenti della polizia hanno contattato i numeri indicati e fingendosi clienti sono entrati nel piccolo appartamento e sono stati subito accolti da due ragazze che si dicevano studentesse e che hanno ben spiegato l’attività a cui erano dedicate.

Nell’appartamento i poliziotti hanno scoperto una terza donna che fungeva da centralino raccogliendo telefonicamente gli appuntamenti di nuovi clienti, che, secondo quanto risulterebbe dagli appostamenti della polizia, garantivano un buon afflusso verso l’appartamento.

Dopo le verifiche del caso i poliziotti hanno convocato e denunciato l’uomo che aveva in affitto l’appartamento, un trentenne romano e compagno di una delle ragazze, che, sentito dalla polizia avrebbe dichiarato che l’affitto veniva pagato con gli introiti delle ragazze, e che queste avevano perso il lavoro da tempo e si mantenevano prostituendosi.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top