Bologna. Protesi ossee su misura con stampa in 3D. Eseguiti al Rizzoli con successo 5 interventi

Al Rizzoli di Bologna impiantate con successo protesi ossee su misura del paziente realizzate con la stampa 3D.
Bologna, 15 giugno 2015 – Per la prima volta in Italia, sono stati eseguiti con successo i primi 5 interventi all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna utilizzando protesi stampate in 3D realizzate su “misura” per ogni paziente. Gli interventi sono stati eseguiti su giovani con un’età media di 25 anni che avevano le ossa del bacino compromesse per un tumore maligno o per un precedente impianto di protesi tradizionali fallito, condizioni che stavano compromettendo la loro futura possibilità di camminare.

[easy_ad_inject_1]Le nuove ossa 3D sono state progettate su misura per ogni paziente basandosi sui dati ottenuti delle tac e delle risonanze magnetiche. In base a questi dati è stato realizzato un bacino virtuale mediante il quale è stato identificata la parte di osso che andava sostituita, in modo da renderla perfettamente adattabile all’anatomia del singolo paziente.

La stampa in 3D ha permesso di creare il pezzo mancante di osso in modo da facilitarne l’incastro nella zona in cui i chirurghi asportano la parte di osso malata o danneggiata, come se fosse il pezzo mancante di un puzzle tridimensionale. La protesi in 3D è in titanio trabecolare, riproduce il tessuto osseo caratterizzato da una struttura che ricorda una trave, spiega il Rizzoli in una nota stampa.

“Il grande vantaggio per il paziente è la ricostruzione nel modo più appropriato possibile dal punto di vista anatomico dei rapporti tra il suo femore e il suo bacino, che significa la possibilità di una deambulazione corretta dopo l’intervento”

ha spiegato il chirurgo ortopedico Davide Donati, direttore dell’Oncologia Ortopedica del Rizzoli, che ha eseguito gli interventi con il suo staff.

In pratica, la protesi viene realizzata tramite stampa 3D di dispositivi su misura fatti di sostanze biologiche e rappresenta un ulteriore ambito di ricerca che il Rizzoli sta approfondendo. Presto sarà infatti attivata “una piattaforma di Bioprinting per la fabbricazione di dispositivi ‘custom mad2’ effettuata tramite l’acquisizione di immagini radiologiche da una TAC dual Energy”.

I dispositivi protesici, in un prossimo futuro, potranno essere stampati in tri-dimensione utilizzando diversi tipi di materiali che in alcuni casi saranno scelti per la capacità di veicolare cellule al loro interno. Ciò permetterà ai ricercatori di identificare “i costrutti migliori per applicazioni di medicina rigenerativa dell’apparato muscolo-scheletrico e maxillo-facciale, cui faranno seguito specifiche applicazioni sui pazienti”.

“Oggi si usano già biomateriali come plastica o titanio. Il vantaggio della manifattura a 3D è che può stampare negli strati di materiale le cellule del paziente. La cartuccia di materiale per la stampa può contenere cellule del paziente. Per il bioprinting è ancora presto, anche se non troppo. Nella biotecnologia spesso il presente e il futuro si confondono tra loro. Secondo me ci arriveremo tra sei mesi, un anno”

ha commentato Pier Maria Fornasari, direttore della Banca del Tessuto Muscolo-scheletrico del Rizzoli.

Il Rizzoli dà appuntamento a venerdì 19 giugno alla “foundation conference“, per la nascita dell’Italian Digital Biomanufacturing Network (IDBN), dove cerranno illustrati ai partecipanti questi e altri risultati e prospettive della stampa 3D in medicina.

“La rete nasce con l’obiettivo di collegare a livello nazionale gli sperimentatori che hanno raggiunto i risultati più avanzati nell’applicazione della nuova tecnologia in diversi ambiti medici. Per il nostro Istituto la stampa 3D rappresenta una strada di massimo interesse per le nuove opportunità nella chirurgia ortopedica d’avanguardia”

ha dichiarato il copresidente della conferenza Pier Maria Fornasari, Direttore della Banca del Tessuto Muscolo-scheletrico del Rizzoli.

[easy_ad_inject_2] [starbox]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *