Referendum Riforme. Ambasciatore USA per il sì. Anche la Merkel appoggia Renzi. Mattarella: “popolo è sovrano”

matteo renzi

A 24 ore dalle dichiarazioni dell’Ambasciatore USA sul tema riforme e politica interna arriva anche l’appoggio a Renzi dalla cancelliera tedesca Angela Merkel.

Le dichiarazioni dell’Ambasciatore USA –
Per il referendum sulle riforme costituzionali a cui gli italiani saranno prossimamente chiamati ad esprimersi arriva l'”endorsement” del presidente USA, Barack Obama, attraverso il suo Ambasciatore a Roma, John Phillips, che intervenendo ad un convegno al Centro Studi Americani ha dichiarato che la vittoria dei ‘no’ al referendum sarebbe un “passo indietro” per attrarre gli investimenti stranieri in Italia. Inevitabili le reazioni e le polemiche in particolare da Forza Italia, Movimento 5 Stelle e Salvini ma non mancano anche voci critiche dall’interno del PD. Silvio Berlusconi conferma l’impegno per il “no” al referendum.

“L’Italia – ha spiegato il numero uno della diplomazia USA in Italia – deve garantire di avere una stabilità di governo” per attrarre investimenti. Perché, ha proseguito “63 governi in 63 anni non danno garanzie”.

Poi su Renzi: ha svolto un compito importante ed è molto stimato da Obama che apprezza la sua leadership”.

Angela Merkel: appoggio a Renzi – “Non spetta al governo tedesco esprimersi su referendum che si tengono in altri Paesi” ma Angela Merkel “appoggia” Matteo Renzi nelle “sue diverse attività di politica interna” e “le riforme che il premier ha avviato, ad esempio nel mercato del lavoro”.
E’ quanto fa sapere il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert in merito a quanto affermato ieri dall’ambasciatore Usa sul “passo indietro” che farebbero gli investimenti stranieri in Italia qualora prevalesse il ‘no’ al referendum.

Le reazioni – Immediata la reazione di Forza Italia. Il vice presidente del Senato, Maurizio Gasparri: “Riteniamo che l’Italia non sia una colonia e che non sia compito dell’ambasciatore americano in Italia pronunciarsi sul referendum costituzionale”.
Il Senatore Altero Matteoli: “Quella del diplomatico, più che un auspicio, è un’entrata a gamba tesa ingiustificata negli affari interni dell’Italia”.
Renato Brunetta su twitter: “Ricordo al diplomatico che la sovranità è del popolo, art.1”.

Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, nel convocare una conferenza programmatica per ottobre con l’obiettivo di “rilanciare l’alleanza di tutto il centrodestra come alternativa di governo seria e credibile” ha anche chiesto di rafforzare l’impegno di FI nella campagna referendaria per il No. La prossima settimana, riunione dell’Ufficio di Presidenza.

Reazioni anche da Matteo Salvini, leader della Lega: “Il signor ambasciatore Usa si faccia gli affari suoi e non interferisca, come troppe volte è già accaduto in passato, nelle vicende interne italiane. Spero che a novembre vinca Trump che ha già garantito che si occuperà delle questioni di casa sua. Se a votare sì sono i massoni, i banchieri e i poteri forti allora più convintamente ci schieriamo per il no, ovvero per la libertà degli italiani”.

Anche il Movimento 5 Stelle si schiera contro le dichiarazioni di Phillips: “Quello dell’ambasciatore a Roma ci sembra un intervento irrituale e appare come una grave ingerenza negli affari interni di un altro paese”, affermano i deputati M5S della Commissione Affari Costituzionali ed Esteri.

Dall’interno del PD non mancano voci critiche, come quella di Pierluigi Bersani che commenta così le parole dell’Ambasciatore USA: “Da non credere,per chi ci prende?”. Bersani critica anche l’approccio del partito al referendum: “Aver allestito un appuntamento come fosse un giudizio di Dio darà fiato alla speculazione finanziaria” ma, assicura, “in qualsiasi modo in cui finirà non succederà nulla”.

Sul caso è intervenuto con un commento anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che da Sofia ha detto ai giornalisti: “Il mondo si è molto interconnesso: quindi ogni avvenimento che avviene in un Paese importante, e l’Italia è un Paese importante, è seguito con attenzione anche all’estero. Naturalmente questa considerazione non muta in nulla il fatto che la sovranità sia demandata agli elettori”.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Un pensiero riguardo “Referendum Riforme. Ambasciatore USA per il sì. Anche la Merkel appoggia Renzi. Mattarella: “popolo è sovrano””

  1. La Merkel vuole il SI? Allora la mia determinazione a votare NO si è addirittura decuplicata. Voto NO e anche se Renzi resterà sfacciatamente al suo posto, confido nel fatto che prima o poi pagherà il conto come Berlusconi, che è stato fatto decadere da senatore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *