Reggio Calabria. Sbarcati 617 migranti. Scabbia e sospetta malaria. Attesa per decisioni Onu

Reggio Calabria, 16 maggio 2015 – Mentre l’Europa e l’ONU prendono decisioni sul futuro della situazione difficile dei migranti che partono dalla Libia, tra contese di nazioni che si rifiutano di ospitare profughi ad altre che valutano di risolvere il problema bombardando i barconi in Libia, insomma nell’attesa che dopo la tragedia degli 800 migranti morti nel Canale di Sicilia la politica del mondo preda una decisione, a Reggio Calabria sono sbarcati dalla Nave Espero della Marina Militare, altri 617 migranti dei quali 50 presentano casi di scabbia e uno presenta sintomi di malaria.

[easy_ad_inject_1] In particolare il caso sospetto di malaria è stato rilevato su un uomo di origine somala, sceso per primo e attualmente ricoverato negli Ospedali riuniti di Reggio dove saranno sono in corso le analisi per verificare ed eventualmente confermare la diagnosi sospetta.

In tutto i migranti sbarcati oggi 104 donne, 322 uomini e 191 minori di varie nazionalità dell’Africa centrale. Come ormai da consolidato protocollo “Triton” i volontari italiani e gli uomini impegnati nelle operazioni di accoglienza aiuteranno i migranti ad avere le prime assistenze, cibo, servizi di pronto soccorso mentre la polizia provvede a dare una identificazione ad ognuno di loro prima di essere trasferiti in qualche centro d’accoglienza.

Si attende la risoluzione ONU sui migranti che vede l’Europa in prima linea nonostante alcuni “distinguo” interni nel vecchio continente. Si scoprirà se il Consiglio di Sicurezza prevederà anche azioni per evitare ulteriori viaggi della speranza e avviare le procedure per dare ai migranti in terra loro solitamente pieno di gas e petrolio e risorse naturali, le condizioni per una vita dignitosa.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *