Renzi rilancia il ponte sullo stretto di Messina. Anas a favore. Opposizioni contro

matteo renzi

Se qualcuno pensava che il Ponte sullo Stretto fosse un baluardo della destra ora può ufficialmente riconoscere (forse?!?) di aver sbagliato. Matteo Renzi, presidente del consiglio e segretario del Partito Democratico rilancia l’idea che un tempo fu di Berlusconi di realizzare il ponte sullo Stretto di Messina e unire la Sicilia al Continente. Il ponte sullo Stretto per Renzi è tra le grandi opere che devono essere fatte per “togliere la Calabria dall’isolamento e far sì che la Sicilia sia più vicina”. Oltre al ponte, Renzi, nel corso dell’assemblea che celebra i 110 anni del gruppo Salini-Impregilo, ha anche rilanciato la necessità che l’Italia sia coperta dalla banda larga e diventi così una “gigabyte society”.

Per Renzi (come fu per Berlusconi) il Ponte sullo Stretto di Messina può creare “centomila posti di lavoro” ed è parte integrante per completare il progetto di collegamento della “Napoli-Palermo” soprattutto visto che a dicembre sarà terminata dopo decenni la Salerno – Reggio Calabria. “Se siete nella condizione di sbloccare le carte e di sistemare quello che è fermo da 10 anni – ha detto rivolgendosi a Pietro Salini, numero uno del Gruppo – noi ci siamo”.

Ad appoggiare l’idea di Renzi è tra gli altri Armani dell’Anas: “Anas è proprietaria della società Stretto di Messina e se e quando il governo ce lo chiederà, siamo pronti a riavviare l’opera, soprattutto ora che a dicembre sarà terminata la Salerno-Reggio Calabria”. Lo afferma il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, interpellato dall’Ansa. “Il progetto va esaminato soprattutto alla luce dello sviluppo dell’alta velocità nel Mezzogiorno verso Palermo e del recupero del gap infrastrutturale del Sud. La cosa importante però è che poi, una volta deciso cosa fare, non si torni più indietro. Il Paese non se lo può permettere”.

Per Beppe Grillo si tratta di opera inutile – “Il Menomato Morale oggi ha detto che è pronto ad aprire i cordoni della borsa (di soldi pubblici dei cittadini) per far ripartire il progetto del Ponte sullo Stretto, un’opera costosissima, inutile e in piena zona sismica”. E’ quanto scrive il leader del Movimento 4 Stelle sul suo blog: “M5S è riuscito, grazie a Raggi, a bloccare le irresponsabili Olimpiadi”.
E’ “un’opera che non vedrà mai la luce, già costata circa 600mln ai contribuenti, per il quale Monti stanziò 300mln per il pagamento delle penali per la non realizzazione del progetto” ha aggiunto Grillo.

Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera: “Forza Renzi, vai avanti così. Adesso ci provi con il Ponte sullo Stretto di Messina pur di non perdere il referendum. Ma non sei credibile, stai diventando una macchietta”. “Magari domani ci proporrai il raddoppio dell’Autostrada del Sole o magari pensioni a 2mila euro per tutti. Ma non è così che si governa, stai diventando ridicolo. Forza Renzi, continua così che il ‘no’ arriva al 60%” ha detto.

Per il Presidente della Camera, Laura Boldrini, il ponte non è la priorità per il sud -“Se dovessi decidere le priorità, per me non sarebbe quella, ma rilanciare il lavoro al Sud e mettere in sicurezza il nostro territorio”. “Se abbiamo poche risorse -ha aggiunto- dobbiamo usarle per mettere in sicurezza il nostro territorio, anche in Sicilia e Calabria che sono regioni sismiche. Prima pensare alla sicurezza dei cittadini poi al resto”, ha concluso il numero uno di Montecitorio.

Per Raffaele Cantone (Autorità anticorruzione) è necessario affrontare il rischio Mafia – Costruire o meno il ponte sullo Stretto di Messina non può dipendere dal rischio che ci siano infiltrazioni mafiose in corso d’opera. “Se ci sono questi rischi vanno affrontati- aggiunge Cantone -dire di no solo perché ci sono è una diagnosi sbagliata. Rischio vero è che il Paese non diventi mai normale”.

In attesa che si faccia il ponte sullo Stretto (certamente dopo il Referendum) ecco cosa ne pensavano gli ingegneri Ficarra e Picone.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *