Riforma Catasto. I vani lasciano il posto ai metri quadri per 57 milioni di immobili

Roma, 9 novembre 2015 – Il Governo si è impegnato con decreto di mettere a punto la riforma del Catasto e tra i primi step della sua roadmap c’è l’abbandono del vecchio concetto di vani sostituito dai metri quadri.

[easy_ad_inject_1]Saranno infatti proprio i metri quadrati di un immobile ad apparire nelle visure catastali. Lo rivela l’Agenzia delle Entrate secondo il quale il “documento di riconoscimento” di un immobile conterrà anche il dato sulla superfice “mandando in soffitta definitivamente -è scritto in una nota-i calcoli basati sui vani”.Una semplificazione concreta anche per la tassa sui rifiuti, la cosiddetta Tari.

“Da oggi l’Agenzia delle Entrate rende disponibile la superficie catastale nelle visure delle unità immobiliari censite nelle categorie dei Gruppi A, B e C.” si legge nella nota dell’Agenzia delle Entrate – “Una novità che semplifica la vita ai proprietari di 57 milioni di immobili, mettendo a loro disposizione un dato finora visibile solo nelle applicazioni degli uffici. Arriva direttamente in visura anche la superficie ai fini TARI, per consentire ai cittadini di verificare con facilità i dati utilizzati dai Comuni ai fini del controllo della tassa rifiuti.”

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *