You are here
Home > Italia > Riforma del Senato. Grasso:”auspico intesa in zona Cesarini”. Renzi.”Abbiamo i numeri”

Riforma del Senato. Grasso:”auspico intesa in zona Cesarini”. Renzi.”Abbiamo i numeri”

Fallback Image

Roma, 19 settembre 2015 – L’ex segretario del Partito Democratico Pierluigi Bersani prende atto della disponibilità a discutere sulla delicata vicenda della riforma costituzionale che prevede il senato non elettivo ma Renzi frena certo di avere i numeri per portare avanti la sua riforma.

[easy_ad_inject_1] Bersani su Facebook ha scritto:

Leggo di disponibilità a discutere modifiche delle norme sul Senato. Sarebbe davvero una buona cosa. La questione di fondo che è stata posta è semplice: bisogna che, in modo inequivocabile, siano i cittadini-elettori a decidere, e questo può solo essere affermato dentro l’articolo 2 del provvedimento. E’ su questo che si vuole ragionare, seppur chirurgicamente? Bene. Se è così lo si faccia con chiarezza e semplicità. Con la consapevolezza, cioè, che ambiguità, tatticismo, giochi di parole, potrebbero solo aggravare una situazione già complicata.

ha scritto Bersani.

La disponibilità arrivava dal presidente del Pd Matteo Orfini secondo il quale “Un accordo si può trovare senza però abdicare a uno dei pilastri della riforma costituzionale che prevede la fine del bicameralismo e il Senato non elettivo”.

Le condizioni per un accordo erano confermate anche dalla senatrice Anna Finocchiaro, presidente della commissione affari costituzionali del Senato, convinta della possibilità “di giungere a una decisione comune” nel Pd sulla riforma del Senato.
La Finocchiaro fa riferimento alla direzione democratica di lunedì e ritiene “che ci siano tutte le condizioni” per arrivare ad un accordo: “Si può lavorare per rendere più efficienti le funzioni del Senato” e “sul pieno coinvolgimento dei cittadini nei procedimenti per la composizione” di Palazzo Madama.

Il presidente del Senato Pietro Grasso da parte sua auspicava un’ “intesa in zona Cesarini”. Sulle decisioni relative all’ammissibilità degli emendamenti posti sull’art.2: “Non posso decidere finché non conosco il tema ‘decidendum'” chiarisce aggiungendo che non si fa “tirare per la giacca”: “Ho giacche rinforzate” conclude con una battuta.

Il premier Matteo Renzi da Palazzo Chigi frena gli entusiasmi, ribadisce la propria certezza sui numeri in senato a sostegno della riforma, “sia alla Camera che al Senato come hanno dimostrato le ultime votazioni. Nessuno ne dubiti perché sono forse anche più ampi di quanto si pensasse” ha dichiarato. “Faremo di tutto per utilizzare gli ultimi giorni per coinvolgere quanti più senatori possibili”.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top