Riforma pensioni 2016. Renzi: misure su pensioni minime e pensioni anticipate

inps pensioni

La posizione del Governo sulla riforma delle pensioni è stata spiegata dal premier Matteo Renzi durante la puntata di Porta a Porta di martedì sera

“Una mano a chi ha la pensione minima e trovare il modo di agevolare chi vuole andare in pensione e gli mancano due o tre anni. Una sorta di scivolo” ha detto Renzi ospite di Bruno Vespa. “Tutti quelli che stanno tre anni prima della pensione, se accettano, possono decidere autonomamente se andarsene” ha spiegato il presidente del consiglio. “Loro non tirano fuori una lira. Rinunciano a una quota di venti, trenta euro e vanno in pensione un anno prima”.

Sulle pensioni minime, la misura non varrebbe per chi prende due pensioni. «E’ una misura che è stata fatta in passato – ha detto Renzi – il governo Prodi aveva fatto una sorta di quattordicesima per chi prende meno di 750 euro al mese e ne intasca in più 50-40. Noi ragioniamo su questa ipotesi”.

Sulla pensione anticipata “Si potrà lasciare prima – dice Renzi – rinunciando ad una quota della pensione stessa”.

Renzi in qualche modo sembra confermare quanto anticipato nelle scorse ore su un meccanismo flessibile per la pensione anticipata, la possibilità cioè di andare in pensione a 63 anni (fino a 3 anni e 7 mesi prima dei requisiti attuali) con anticipo modulabile a richiesta.

Sembra confermata da Renzi anche la volontà del Governo di aumentare le pensioni minime, provvedimento che certamente sarà benedetto da tanti pensionati che non ce la fanno a tirare avanti.

Per le altre questioni in sospeso bisogna attendere: si potrebbe prevedere l’estensione o il rafforzamento della quattordicesima per i pensionati invece dell’aumento generallizzato delle pensioni minime, consentire l’uscita anticipata dal lavoro ai cosiddetti lavoratori precoci e a coloro che sono impegnati in attività usuranti, la cancellazione delle penalizzazioni a carico di chi prima dei 62 anni può già ora, con più di 40 anni di versamenti, lasciare l’attività; la no tax area per i pensionati; la ricongiunzione gratuita, infine, dei contributi versati in fondi distinti.

Inoltre bisogna capire se tutto ciò sarà legge dello Stato entro il 2016.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *