Riforma pensioni in Gran Bretagna. Si potranno incassare tutti i contributi a 55 anni

pensioni gran bretagna

Londra, 7 aprile 2015 – Novità sulle pensioni in Gran Bretagna dove entra in vigore il nuovo sistema pensionistico voluto dal governo di David Cameron. Tra le norme più interessanti c’è quella che prevede la possibilità per i lavoratori 55enni di incassare tutti i contributi versati nel corso della loro vita lavorativa. Una specie di Tfr pensionistico del quale per un quarto non sarebbe prevista alcuna tassa, e per il resto è prevista una tassazione ordinaria del 40%.

L’altra faccia della medaglia però sembra negativa: nessuna pensione in vecchiaia. Chi ritirerà anticipatamente quanto versato non potrà contare su nessun tipo di sussistenza.

[easy_ad_inject_1]Cameron sostiene che questa possibilità data ai lavoratori servirà per far ripartire consumi e investimenti. Ma molti dubbi sono stati sollevati su questa nuova riforma delle pensioni e in Occidente potrebbe diventare un precedente che potrebbero adottare anche altri Paesi UE come l’Italia che affronta una crisi economica per certi versi anche peggiore di quella che sta vivendo la Gran Bretagna.

Intanto si rendono disponibili ai lavoratori 55enni ben 350 miliardi di sterline, una somma enorme pari a un quinto della produzione economica annuale della Gran Bretagna. Non tutti questi soldi saranno immediatamente accessibili. Infatti, secondo le stime di JLT Employee Benefits possono essere incassati per ora solo 200 miliardi di sterline nel sistema di retribuzione finale e £ 140 milardi secondo le stime del Tesoro, andranno a coprire diversi regimi.

Il denaro che rimarrà bloccato in pensione sotto il nuovo regime si divide in due categorie. C’è innanzitutto il denaro che appartiene a persone di età inferiore a 55 anni. La regola che vieta l’accesso ai soldi della pensione prima di questa età resterà in vigore.
Le altre attività di previdenza che rimarranno fuori portata sono quelli che si riferiscono a persone che hanno già iniziato a ricevere la pensione, unico gruppo completamente tagliato fuori dalle riforme.

La pensione potrà essere riscattata interamente con il nuovo regime solo dai lavoratori che hanno costruito un diritto a una pensione con rata unica finale, ma che non abbiano iniziato a percepirla.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *