Riforma Pensioni Inps. Pensionati scendono in piazza. Camusso: “Cambiare la legge Fornero”

Si parla da tempo di riforma delle pensioni inps, soprattutto in riferimento alla flessibilità. Dopo che è saltata la riforma nell’ultima legge di Stabilità, Renzi ha promesso che ci saranno novità nella prossima di ottobre, in particolare con riferimento all’anticipo pensioni (Ape o prestito ponte).

Intanto i pensionati fanno pressione e scendono in piazza chiedendo di rivedere le pensioni. L’appuntamento è per giovedì in Piazza del Popolo a Roma dove sono confluiti tutti i maggiori sindacati dei pensionati.

La manifestazione unitaria è stata organizzata da Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil ed ha come parola d’ordine: “A testa alta!”.

Cosa chiedono i pensionati – Le richieste al Governo sono la rivalutazione delle pensioni,la parificazione fiscale con i lavoratori dipendenti e le detrazioni fino a 80 euro al mese esistenti per i redditi da lavoro più bassi. “Chiediamo – ha detto il numero uno della Spi Cgil Ivan Pedretti – la parificazione fiscale”. “Pronti a sciopero generale se le risposte del Governo saranno inadeguate”.

Camusso: pensiamo allo sciopero – Se non ci saranno risposte alle richieste dei pensionati e a quelle delle confederazioni sulla modifica della legge Fornero sulla previdenza “e’ perfettamente ragionevole” pensare a uno sciopero generale. Lo ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso, a margine della manifestazione dei pensionati a Roma.

Camusso ribadisce che bisogna modificare la legge Fornero perché è “profondamente ingiusta”.

Basta annunci,la Cgil chiede al governo di avviare una riforma fiscale che guardi alle classi più disagiate, dice.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *