Riforma Scuola. Anief: “50 mila immissioni in ruolo al buio”

Roma, 22 luglio 2015 – Secondo l’Anief, con la riforma della scuola “arrivano 50mila immissioni in ruolo al buio”

[easy_ad_inject_1] Lo rivela l’associazione sindacale professionale secondo la quale il Miur “sperimenta la chiamata diretta nazionale violando le regole d’accesso al pubblico impiego”. “Si tratta – spiega in un comunicato – di circa la metà del contingente complessivo di 102mila assunzioni, previsto dalla Legge 107/2015 pubblicata la settimana scorsa in Gazzetta Ufficiale: domani o venerdì arriverà anche l’avviso che servirà a delineare le modalità della ‘domanda di assunzione e l’espressione delle preferenze, la proposta di assunzione, l’accettazione o la rinuncia’, previste dal comma 103. Le preferenze provinciali dovranno essere prodotte dai candidati al ruolo tra il 28 luglio e il 14 agosto attraverso il sistema telematico Polis: dovranno indicare, graduandole, tutte le provincie italiane. E se ne lasceranno fuori anche una, saranno esclusi. Poi, per e-mail, arriverà il responso d’assunzione, anche a mille e più chilometri da casa” comportando “una palese violazione delle norme sulla trasparenza degli atti legati alla valutazione comparativa delle nuove graduatorie”.

Marcello Pacifico, presidente Anief dichiara: “Siamo giunti all’ultima frontiera, quella di trattare le assunzioni come i trasferimenti del personale, anticipando a Roma quel che avverrà nelle singole scuole il prossimo anno con la chiamata diretta da parte dei presidi. Per il sindacato è illegale, perché bisognava prima pubblicare le singole graduatorie degli albi territoriali e dei posti, attribuibili per classe di concorso e ordine di scuola a livello territoriale dal piano straordinario: cosa che i rappresentanti del Miur non sembra vogliano fare, perché sarà il sistema informatico a incrociare i dati di chi ha presentato domanda. Con i precari più fortunati che non sapranno mai perché, pur avendo scelto Lampedusa o Cuneo come ultima provincia, e Palermo come prima, dovranno per tutta la vita lavorare lontano da casa”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *