You are here
Home > Economia > Rimborso Pensioni Fornero. CGIA:”Inps erogherà solo il 12,4% di quanto dovuto”. Anief:”ricorso per somme mancanti”

Rimborso Pensioni Fornero. CGIA:”Inps erogherà solo il 12,4% di quanto dovuto”. Anief:”ricorso per somme mancanti”

Fallback Image

Roma, 3 agosto 2015 – Da oggi 4,5 milioni di pensionati riceveranno il rimborso delle pensioni per la mancata rivalutazione degli anni 2012 e 2013 per effetto della sentenza della Corte Costituzionale che ha rilevato l’illegittimità costituzionale delle norme sul blocco delle indicizzazioni previste dal decreto Salva Italia del governo Monti

[easy_ad_inject_1] La CGIA, l’associazione degli artigiani di Mestre, rileva dai suoi calcoli che il Governo, dopo la sentenza della Consulta, ha deciso di rimborsare “solo 2,1 miliardi di euro. Pertanto, ai circa 4,5 milioni di pensionati interessati l’Inps erogherà solo il 12,4% di quanto dovuto” pari a “2,1 miliardi di euro”. “Il mancato aggiornamento Istat è costato ai pensionati 6,7 miliardi”, continua la CGIA, mentre “la mancata indicizzazione delle pensioni superiori a tre volte il trattamento minimo Inps decisa per il biennio 2012-2013, evidenzia ancora l’associazione degli artigiani mestrini, è ‘costata’ ai pensionati italiani 17,6 miliardi di euro.”

Chi riceverà il rimborso? Si tratta dei pensionati che nel 2012 percepivano un assegno mensile lordo compreso tra i 1.406 e i 2.895 euro, come spiega la Cgia, coloro che attualmente ricevono dall’Inps una pensione mensile netta che oscilla tra i 1.200 e 2.000 euro.
Oggi i pensionati riceveranno somme per gli arretrati “tra i 263 e i 601 euro”

Anief promette ricorso per le somme mancanti – Marcello Pacifico, presidente Anief ha dichiarato “Si tratta di una decisione politica salva conti pubblici, ancora una volta sulla pelle dei cittadini che hanno lavorato una vita. I rimborsi dovevano essere distribuiti in proporzione a quanto indebitamente trattenuto, mentre – sottolinea – è stata scelta la via dell’assegnazione di un importo una tantum. Ricorreremo alla Corte di Conti per recuperare quel 70-90 percento di soldi non recuperati”.

Le simulazioni della UIL: Per la Uil, gli assegni che riceveranno la percentuale più alta di rimborso sono quelli che stanno tra 1.500 e 1.800 euro al mese, che il primo agosto avranno un ‘bonus’ tra i 796 e i 955 euro (rispettivamente 796,25 e 955,50, 849,34 a chi arriva a 1.600 euro). Ben diversa la cifra del “maltolto” se il rimborso fosse stato pieno, tra 2.467 e oltre 2.960 euro. E va peggio ai pensionati più ‘ricchi’ che si vedranno corrispondere appena il 10,82% del rimborso (471 euro per chi ha un assegno da 2.800 contro i 4.360 dovuti).

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top