You are here
Home > Economia > Rimborso pensioni. Renzi: “restituiremo una parte dei soldi”. Salvini:”Fuori tutto il malloppo”

Rimborso pensioni. Renzi: “restituiremo una parte dei soldi”. Salvini:”Fuori tutto il malloppo”

Fallback Image

Roma, 16 maggio 2015 – Il premier Matteo Renzi interviene sulla questione del rimborso delle pensioni per effetto della sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima una norma della Legge Fornero e assicura che il Governo restituirà una parte dei soldi.

“Stiamo studiando come fare a rispettare la sentenza e contemporaneamente l’esigenza di bilancio sapendo che questi soldi purtroppo non andranno ai pensionati che prendono 700 euro al mese” ha dichiarato Renzi che ha aggiunto “Mai mi troverò a criticare la sentenza della Corte: sono molto rispettoso delle istituzioni”.

[easy_ad_inject_1]Poi sulla sentenza della Corte Costituzionale ha spiegato che la Consulta “non ha detto che non si può fare il blocco delle pensioni, ma che in quel modo non andava bene. C’è da ripensare quel modello di organizzazione delle pensioni, lo faremo nel corso dei prossimi giorni e nei prossimi mesi”.

In tutti i casi Renzi puntualizza che i soldi dei pensionati non saranno toccati “Il governo non metterà le mani nelle tasche degli italiani, non toglieremo niente a nessuno” rassicura il premier che si ritrova a dover risolvere un problema lasciato in eredità da un precedente governo: “Il governo Monti ha bloccato l’indicizzazione delle pensioni, questo blocco è stato giudicato incostituzionale: ormai ci troviamo sempre a risolvere i problemi provocati da altri”, ha ribadito.

Critico Matteo Salvini, leader della Lega, già protagonista giorni fa di una protesta presso il Ministero dell’Economia a Roma dove da un balcone ha esposto cartelli con scritto “Fuori il malloppo”. “Renzi dice “restituiremo una parte dei soldi” tolti ai pensionati. Una parte??? Vergogna, la Lega farà le barricate! Restituire tutto a tutti, con lettera di scuse, e cancellare la Fornero. Siamo pronti a bloccare i lavori in Parlamento”, ha scritto il leader del Carroccio su Facebook.

Nelle stesse ore l’agenzia di rating Standard & Poor’s mette in guardia il governo: la decisione della Corte rischia di rendere più difficile il raggiungimento degli obiettivi di bilancio fissati dall’esecutivo. Secondo l’agenzia di rating “il consolidamento di bilancio del 2015 è basato più sulla riduzione degli interessi che sul miglioramento del bilancio primario” e la sentenza “complica il conseguimento degli obiettivi di bilancio”.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top