Risultati Elezioni USA. Donald Trump presidente. Reazioni e commenti dall’ Italia e dal Mondo

trump-hillary

Il candidato repubblicano alla Presidenza USA, Donald Trump, sarà il 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. Lo ha deciso il popolo americano nelle elezioni tenutesi ieri. La stessa candidata democratica Hillary Clinton si è complimentata con Donald Trump. Le reazioni e i commenti dall’Italia e dal Mondo

Il commento di Donald Trump e del suo staff
Trump,accompagnato dalla sua famiglia, davanti alla platea dei sostenitori nella notte ha detto: “Ho appena ricevuto una telefonata dalla Clinton che si congratula con tutti noi. Ha combattuto in modo duro. Adesso è il momento dell’unione come un popolo unico:è ora”.
“Noi ricostruiremo le nostre infrastrutture, infine ci occuperemo dei reduci di guerra. Ne ho conosciuti tantissimi in questi 18 mesi. Noi sfrutteremo il loro talento. Abbiamo un piano economico efficace, raddoppieremo la crescita. Avremo relazioni con tutti i Paesi che vorranno andare d’accordo con noi. Noi dobbiamo sognare in grande, essere ambiziosi. Noi cercheremo un terreno comune, non le ostilità.”.
Poi ha ringraziato tutta la sua famiglia: dai genitori che non ci sono più alle sorelle, fratelli, moglie e i 5 figli.

Mike Pence, vicepresidente degli Usa, ha detto: “Il popolo ha eletto un nuovo campione. Notte storica, gli americani hanno scelto. Difficile dire quale emozione io e la mia famiglia proviamo nel servire il nostro Presidente”.

Il presidente uscente Obama ha telefonato Trump per congratularsi e per invitarlo domani alla Casa Bianca in modo da preparare la transizione dei poteri. Lo ha annunciato il portavoce Josh Earnest precisando che Obama ha chiamato anche Hillary Clinton, sua ex segretaria di Stato e come lui democratica, per esprimere la sua “ammirazione per la forte campagna che ha condotto”.
“Ho chiamato Donald Trump alle 3.30 del mattino e mi sono congratulato con lui”. Queste le parole del presidente degli Usa Obama, nel discorso alla Casa Bianca.”Siamo prima di tutto americani e patrioti”, ha detto complimendosi con Trump per l’appello all’unità.
“La transizione sia pacifica e di successo”, “ora dobbiamo fare il tifo per Trump”, è il suo monito. Poi il pensiero alla Clinton: “Sono orgoglioso di Hillary e della sua campagna. La sua candidatura è stata storica”. “Non poteva essere un segretario di Stato migliore”

Hillary Clinton: “Ieri ho fatto le congratulazioni a Trump e mi sono offerta di lavorare con lui. Mi spiace non aver vinto ma sono orgogliosa per questa campagna che abbiamo messo su insieme. Voi rappresentate il meglio dell’America”. “Ricordate che la nostra campagna ha riguardato il Paese e la costruzione di un’America che includa tutti. Abbiamo visto che la nostra nazione è divisa. Trump sarà il nostro presidente. Dobbiamo accettare il voto e guardare al futuro. Continueremo a fare lanostra parte”.

Commenti e reazioni dal Mondo

Vladimir Putin si è “congratulato” con Donald Trump per la vittoria e si augura che i “rapporti russo-americani possano uscire dalla crisi”.
Il presidente russo – che ha inviato un telegramma al nuovo presidente Usa – si dice “sicuro” che il dialogo fra Mosca e Washington, basato sul rispetto reciproco, risponda “agli interessi dei due paesi”.

Il presidente cinese Xi Jinping ha inviato un messaggio di congratulazioni al neo presidente Usa Donald Trump affermando di voler lavorare con lui nel rispetto del “win-win principle”, vale a dire di una collaborazione vantaggiosa per entrambe le parti. La Cina vuole mantenere relazioni bilaterali “solide e stabili” con il nuovo presidente degli Stati Uniti e i legami commerciali sviluppati tra Pechino e Washington sono “di reciproco beneficio ai due Paesi più che causa di problemi” nelle relazioni bilaterali.

Il premier turco Yildirim: “Mi felicito con Trump per la presidenza e gli auguro successo”, ha detto. “Noi – ha aggiunto – speriamo che la nostra alleanza con gli Usa prosegua e che il nostro partenariato e le nostre relazioni si sviluppino”.
Poi, la richiesta al neopresidente di consegnare “il più rapidamente possibile” ad Ankara il predicatore Gulen, da tempo residente negli Usa e considerato l’ideatore del golpe anti Erdogan sventato nel luglio scorso.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi si è congratulato con Donald Trump per la vittoria alle elezioni presidenziali americane. Sisi ha “augurato a Trump successo nel suo lavoro e ha auspicato una nuova era nei rapporti tra i due paesi con un rafforzamento delle relazioni di cooperazione a tutti i livelli tra l’Egitto e gli Stati Uniti” ma anche della “pace e della stabilità nella regione mediorientale alla luce delle grandi sfide che sta affrontando”.

Il premier giapponese Abe si è congratulato col neopresidente Trump, ricordando che gli Usa restano “alleati solidissimi” del Giappone, grazie ai valori condivisi di “libertà, democrazia, rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto”. Riunione urgente tra ministro delle Finanze, Bank of Japan e Agenzia dei servizi finanziari per esaminare la situazione alla luce della vittoria del candidato repubblicano e sulle ricadute sui mercati: “Osserviamo movimenti bruschi, prenderemo le misure necessarie”,assicura il viceministro Asakawa.

L’Iran chiede a Donald Trump, appena eletto nuovo presidente Usa, di “rispettare gli accordi internazionali”, subito sottolineando che la sua elezione non inciderà sul programma nucleare del Paese.
Esso è infatti “tecnicamente progettato per continuare in ogni situazione” – ha detto il portavoce dell’Aeoi, agenzia nucleare iraniana, Kamalvandi – Abbiamo previsto scenari per ogni possibile situazione e perciò andrà avanti secondo gli obiettivi prefissati”.

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg: La leadership degli Usa è importante nell’affrontare le nuove sfide sulla sicurezza”. Trump lo ha più volte criticato parlando di “alleati passivi” e ipotizzando anche un’ uscita dall’Alleanza Atlantica. “Affrontiamo una nuova sfida stimolante sulla sicurezza, compresi la guerra ibrida, i cyber-attacchi, la minaccia del terrorismo”, ha aggiunto.

Il premier israeliano Netanyahu: Donald Trump “è un amico sincero dello stato di Israele. Agiremo insieme per portare avanti la sicurezza, la stabilità e la pace nella nostra regione”. “Il forte legame tra Usa e Israele – ha aggiunto – si basa su valori, interessi e destino comuni. Sono sicuro che Trump ed io – ha concluso – continueremo a rafforzare l’alleanza speciale tra i due paesi e la eleveremo a nuove vette”.

I commenti dall’Europa

Schulz: più difficili i rapporti Usa-Ue – Il presidente del parlamento europeo, Martin Schulz, intervistato dal primo canale pubblico tedesco Ard, ha affermato che con Donald Trump presidente Usa “sicuramente la relazione transatlantica diventerà più difficile”. Schulz ha fatto un parallelo con “le grandi paure” suscitate da Ronald Reagan e ha premesso che “il sistema degli Stati Uniti è forte abbastanza per reggere un presidente Donald Trump e integrarlo”.

Mogherini:lavoreremo insieme L’Alto commissario Mogherini su Twitter ha commentato la vittoria di Donald Trump: “I legami tra Ue e Usa sono più profondi di qualsiasi cambiamento politico. Continueremo a lavorare insieme, riscoprendo la forza dell’Europa”.

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e quello della Commissione Jean-Claude Juncker si sono congratulati con Donald Trump in una lettera congiunta.
“Oggi – scrivono – è più importante che mai rafforzare le relazioni transatlantiche. Non dovremmo risparmiare alcuno sforzo per assicurare che i legami tra noi restino forti e duraturi”. Nella missiva, Tusk e Juncker hanno anche invitato Trump a visitare l’Europa per un summit Ue-Usa appena possibile.

La Santa Sede: attraverso il segretario di Stato Vaticano, Parolin: “Facciamo gli auguri al nuovo presidente, perché il suo servizio possa essere fruttuoso e assicuro anche la nostra preghiera che lo illumini e lo sostenga nel servizio alla sua patria ma anche al benessere e alla pace nel mondo”.
“C’è bisogno di lavorare tutti per cambiare la sitazione mondiale che è di grande lacerazione”.Trump si è espresso da leader,ha detto il cardinale.”Mi dicono che una cosa è essere candidato e una essere presidente. Sui temi specifici vedremo. Precoce qualsiasi giudizio”.

Il Presidente francese Hollande: “Questa elezione americana apre un periodo di incertezza. Va affrontata con lucidità e chiarezza”. Bisogna essere “vigili e sinceri” con il partner Usa, ha precisato Hollande, congratulandosi “com’è naturale che sia” con il candidato repubblicano.
La leader della destra francese, Marine Le Pen: “Quanto successo stanotte in America non è la fine del mondo ma la fine di un mondo”. “La decisione del popolo americano è la fine del vecchio ordine, rappresenta la vittoria dei cittadini che hanno saputo liberarsi di una campagna odiosa ma infruttuosa”, incalza. “Per me la vittoria di Trump è una buona notizia. Se mantiene le promesse (dal rifiuto della globalizazzione selvaggia al blocco della migrazione selvaggia) la Francia ne sarà avvantaggiata”, sottolinea.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel: La Germania e gli Usa sono legati da “valori” comuni, e la Germania offre a Donald Trump una “stretta collaborazione”.

Il Premier inglese Theresa May: Gran Bretagna e Stati Uniti rimarranno “partner stretti e vicini”. May si augura di parlare della “relazione speciale” fra i due Paesi “nella prima occasione possibile”.

I commenti dall’Italia

Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi: In queste ore “il mondo saluta l’elezione di Trump. A nome dell’Italia mi congratulo con lui e gli auguro buon lavoro, convinto che l’amicizia resti forte e solida”. Renzi ha poi sottolineato che “questo è il punto di partenza per tutta la comunità internazionale anche al netto di certe diffidenze da campagna elettorale. E’un fatto politico nuovo -ha concluso- che assieme ad altri dimostra come siamo in una stagione nuova”. “L’amicizia italo-americana è solida”, ha ribadito Renzi.

Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni a Radio Anch’io: “L’Italia continuerà con l’amicizia e la collaborazione con gli Usa, queste cose non cambiano, così come non cambia la nostra contrarietà al protezionismo e alle chiusure”.

Silvio Berlusconi: “Al Presidente Trump i miei auguri.Sono sempre stato e sarò sempre il più leale alleato degli Usa in Europa”. Sono “convinto -scrive- che il Presidente scelto dal popolo americano potrà garantire con autorevolezza e equilibrio il difficile ruolo degli Usa come paese guida del mondo libero, nell’ambito dei complessi e delicati equilibri mondiali”.”Di fronte alle sfide del XXI secolo, ai pericoli per pace e sicurezza” gli Usa sono “punto di riferimento per tutti gli uomini e i Paesi liberi”.

Matteo Salvini a Radio Padania: “è il momento di osare” dopo la Brexit e la vittoria di Trump” “A Firenze -aggiunge- proporrò alla Lega che sia l’inizio di qualcosa, di una lunga marcia, è veramente una bella giornata contro tutti e contro tutto”.
“E’ la rivincita del popolo, del coraggio dell’orgoglio dei temi del lavoro e della sicurezza, alla faccia dei banchieri e degli speculatori, dei cantanti, dei giornalisti e dei sondaggisti. Il popolo batte i poteri forti 3 a 0”, conclude.

Renato Brunetta (FI): “Ha vinto la democrazia americana, ha vinto il popolo americano. Hanno perso la Clinton, Obama, i poteri forti”.
Maurizio Gasparri (FI) “Il tempo ci dirà che presidente sarà Trump. Certo è che vincono le posizioni chiare su temi importanti e delicati che condizionano la vita di tutti noi, quali il terrorismo islamico e il dilagare dell’immigrazione clandestina”.

Giorgia Meloni (FdI) su Facebook: “Donald Trump conquista la clamorosa vittoria alle presidenziali americane. E’ il popolo che si ribella all’establishment politico, economico e mediatico, da troppo tempo asservito agli interessi dei grandi gruppi di potere e sempre più lontano dalle reali esigenze della gente comune”.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *