Roma, 16enne violentata. Il militare si difende:”E’ stato un rapporto consensuale”. I colleghi increduli

Roma, 3 luglio 2015 – Il militare della Marina 31enne fermato con l’accusa di aver violentato la ragazza di 16 anni di età la notte tra il 29 e il 30 giugno a Roma si difende, ha respinto le accuse sostenendo di aver avuto un rapporto sessuale con la minorenne, ma previo consenso di quest’ultima.

[easy_ad_inject_1]”La ragazza era consenziente” avrebbe ribadito l’uomo nell’interrogatorio di garanzia, mentre il gip Giacomo Ebner si è riservato sulla richiesta di convalida del fermo e sull’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, decisione che arriverà probabilmente oggi 3 luglio nel pomeriggio, la convalida del fermo, eseguito dalla squadra mobile, ed l’ordinanza di custodia, chiesti dal pubblico ministero Eugenio Albamonte, appaiono, inevitabili.

L’uomo ha inoltre negato di essersi spacciato per un poliziotto che, con la scusa di chiedere i documenti e fare un controllo presso la vicina stazione dei carabinieri, si sarebbe allontanato con la ragazza, ma dice di avere solo mostrato alla giovane il suo tesserino militare in quanto gli aveva chiesto che tipo di lavoro facesse.

Ad inchiodare il 31enne sarebbe non solo la sua bicicletta che era stata lasciata legata al palo per ore nella zona dell’adescamento, finché il fratello del fermato, ha cercato di recuperarla e per questo è stato bloccato dagli agenti per favoreggiamento ma anche dalle immagini acquisite dalla polizia.

La ricostruzione della vittima: la ragazza mentre stava tornando a casa insieme con due amiche dopo aver assistito ad uno spettacolo pirotecnico a Castel Sant’Angelo, sarebbe stata fermata da un uomo che, qualificatosi per poliziotto, ha chiesto loro i documenti. Alla ragazza, che ne era in possesso, l’uomo avrebbe chiesto di seguirlo con la scusa di doverla identificare compiutamente ma, giunti a piedi nei pressi del parcheggio di via Casale Strozzi, l’avrebbe trascinata con la forza in un parchetto vicino abusando sessualmente di lei.

Nel frattempo una delle amiche, preoccupata per il tempo trascorso, ha telefonato alla madre che, arrivata sul posto, ha avuto modo di scorgere l’uomo che stava riaccompagnando la giovane dove l’aveva prelevata, in via Baffico. Vedendo un adulto insieme alle due ragazze, l’uomo si sarebbe subito dato alla fuga. La donna ha chiamato il 113 e immediate sono scattate le ricerche.

Il commento dei colleghi del militare: “Io sono stato imbarcato con lui sulla Grecale. Beppe è un motorista, un militare per vocazione, non uno che è entrato nella Marina perché non sapeva che fare” ha spiegato un marinaio collega dell’uomo arrestato che vuole restare anonimo e citato dalle agenzie “abbiamo partecipato insieme ad una missione umanitaria nel Mediterraneo. So che si è difeso, dicendo che il rapporto è stato consenziente. Voglio pensare che sia innocente, non è capace di stuprare una ragazzina”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Un pensiero riguardo “Roma, 16enne violentata. Il militare si difende:”E’ stato un rapporto consensuale”. I colleghi increduli”

  1. Bella mossa difensiva. Affermare la natura consenziente del rapporto sposta il tutto su “la sua parola contro quella dell’altro”. Ora sta alle analisi cliniche verificare se stupro è stato.preservativo, ferite interne, vestiti strappati, liquidi seminali! Le variabili sono molteplici. Confidiamo nella giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *