Roma. 5 treni Frecciarossa fermi per guasto elettrico. Come chiedere il rimborso per ritardo

frecciarossa-treno

Roma, 16 aprile 2015 – Serata di disagi per gli utenti Trenitalia che si sono trovati sui 5 treni Frecciarossa ad alta velocità, vanto dell’azienda di trasporto, praticamente bloccati guasto sulla linea elettrica tra Settebagni e Gallese, alle porte di Roma. Il guasto ha comportato disagi per almeno un migliaio di passeggeri presenti sui convogli e per loro sono toccate sorti diverse.

[easy_ad_inject_1] Gli utenti del Frecciarossa 9651 proveniente da Milano, bloccato a Roma Nomentana, sono stati trasbordati su un treno regionale. I passeggeri del treno 9549 proveniente da Milano e diretto a Salerno è stato invece agganciato da una locomotiva di soccorso e attraverso la viabilità parallela dirottato alla stazione di Roma Termini.

Il guasto ha comportato l’inevitabile rallentamento del traffico ferroviario per l'”effetto coda”. Gli utenti hanno ora diritto al rimborso per il ritardo dei Frecciarossa esplicitamente previsto da Trenitalia.

L’azienda infatti scrive sul suo sito web che “In caso di ritardo all’arrivo dei treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca compreso tra i 30 e 59 minuti rispetto all’orario programmato, Trenitalia ti riconosce un bonus pari al 25% del prezzo del biglietto che potrai utilizzare per i successivi acquisti.”
Il bonus si può richiedere trascorsi 3 giorni dalla data del viaggio e fino a 12 mesi successivi presso qualsiasi biglietteria, compilando l’apposito web form disponibile su questo sito, all’agenzia di viaggio che ha emesso il biglietto, utilizzando l’apposita funzionalità disponibile su questo sito: solo per i biglietti ticketless acquistati on-line o si può richiedere anche al Call Center ma solo per i biglietti acquistati con carta di credito tramite il Call Center o su questo sito.

Il Bonus non si cumula con l’indennità riconosciuta in caso di ritardo superiore a 60 minuti né con indennità di altra tipologia.”

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

3 pensieri riguardo “Roma. 5 treni Frecciarossa fermi per guasto elettrico. Come chiedere il rimborso per ritardo”

  1. Io sono stata fermo sul treno 9651 vicino alla stanzione di Nomentana. Capisco perfettamente che un guasto è sempre possibile, capisco che alla fine il treno e rismasto senza corrente perciò non funzionava AC e per qualche vagone neanche la luce. Quello che non capisco è il mancante informazione, mancanza di rifornimento acqua, il bar era ormai sprovvista. Ci sono state un paio di annunci ufficiale, alla fine ci è stato detto per passa parola che potevamo scendere, non essendo alla stanzione con disagio, C’ era del personale che ci hanno aiutata, ma non era stato organizzato nessuno trasposto alternativo,. Penso come sopra scritto, il treno regionale era per i poveri viaggiatori che proseguivamo per Napoli. Essendo quasi tutti Italiani al solito ci siamo arrangiati, una persona è riuscito a fa arrivare un taxi colletivo con 8 posti che ci ha portato al termine dove, io per esempio ho preso un altro taxi. Ora mi dite che posso chiedere un buono da spendere sul un futuro viaggio del importo di 25%. Vi pare che posso bastare il disaggio che tutti hanno subito. Io a casa dopo,mezzanotte, dopo una giornata fuori casa. Senza cena fino a quel ora è anche senza poter usare il bagno!
    Ora vi racconta che succede in Spagna, se il treno ad alta velocità ritarda anche di solo 20 minuti, viene rimborsato il biglietto per il tratto in ritardo per la cifre quasi intero. Soldi contanti non un buono per per un altro viaggio. Pensando che qualcuno straniere non avrà possibilità di usare in seguito il buono.
    Marisa Minisola

  2. Io ero sul 9561. Non si respirava, faceva caldo e siamo scesi dopo aver minacciato di aprire con la forza le porte. Solo allora si sono mossi perchè il capotreno ha capito che3 facevamo sul serio.
    TRENITALIA, mi rivolgo a Voi, siete degli incapaci, non siete in grado di assicurare la sicurezza dei Vostri passeggeri.
    All’uscita della stazione Nomentana non hanno mandato neanche degli autobus e qualcuno non sapeva come fare a raggiungere Napoli.
    Trenitalia, VERGOGNATEVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *