Roma. Crollo palazzina ad Acilia: tra le vittime una bambina di otto anni

crollo palazzina roma

A causare il crollo di una palazzina a due piani ad Acilia sarebbe stata un’esplosione dovuta ad una fuga di gas. Questa una delle ipotesi che sta vagliando la procura di Roma che ha avviato un’inchiesta per disastro colposo. Da quanto si apprende sarebbero quattro i dispersi nel crollo della palazzina avvenuto alla periferia sud di Roma poco dopo le 14 di oggi.

Tra questi anche una madre e la sua bimba di otto anni, oltre ad un uomo e una donna rispettivamente di 68 e 67 anni. Sono due finora le persone estratte vive dalle macerie: una donna di 68 che ha riportato traumi da schiacciamento e che è stata trasportata in codice rosso al policlinico Gemelli, ed un uomo che ha riportato ferite lacerocontuse e traumi su tutto il corpo che è stato trasportato in codice giallo all’ospedale Grassi di Ostia. La madre con la sua bambina purtroppo non ce l’hanno fatta.

Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della stazione di Acilia e della compagnia di Ostia. Sul posto anche vigili del fuoco, polizia municipale e polizia, oltre ai carabinieri.

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, si sta recando in via Giacomo della Marca, sul luogo del crollo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *