Roma. Giubileo: Guardia di Finanza smaschera giro di false benedizioni apostoliche

Roma, 14 dicembre 2015 – Gli agenti della Guardia di Finanza di Roma, coordinati con la Gendarmeria vaticana, hanno sequestrato circa 3500 pergamene su cui erano stampate false benedizioni apostoliche e migliaia di moduli di richiesta destinati ai pellegrini giunti nella capitale per il Giubileo della Misericordia.

[easy_ad_inject_1]Le pergamene sembravano perfette in tutto, avevano anche l’emblema della Santa Sede e la foto di Papa Francesco, erano compilate in diverse lingue, tra cui oltre all’italiano, lo spagnolo, l’inglese e il portoghese, per un valore stimato di oltre 70 mila euro.

La Guardia di Finanza è riuscita a smascherare il commercio delle false benedizioni, la cui produzione avveniva in un negozio nelle primissime vicinanze della basilica di San Pietro. Lo stampatore, privo delle autorizzazioni della Santa Sede, è stato denunciato con l’accusa di produzione e commercio di oggetti contraffatti.

Ai pellegrini giunti a Roma per il Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco, veniva anche fatto sottoscrivere un modulo con la richiesta di benedizione apostolica che, però, il destinatario ufficiale, “A S.E. Rev.ma Mons. Elemosiniere di Sua Santità presso la Città del Vaticano”, unica Autorità ufficialmente autorizzata ad emettere gli auspici papali, non ha mai ricevuto.

Gli ideatori della frode offrivano ai pellegrini la possibilità di ricevere una benedizione apostolica personalizzata su pergamena pontificia con tanto di emblema pontificio.

Ora sono in corso i calcoli dell’ incasso ricavato dalla vendita delle false benedizioni apostoliche dagli autori della frode, prima che fossero smascherati.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *