You are here
Home > Italia > Roma. Ignazio Marino: “Ecco la mia nuova giunta” Alfano: “No commissariamento”

Roma. Ignazio Marino: “Ecco la mia nuova giunta” Alfano: “No commissariamento”

Fallback Image

Roma, 29 luglio 2015 – Il sindaco di Roma ha presentato ieri in Campidoglio la sua nuova giunta di governo del Comune di Roma concordata con i vertici del Partito Democratico e il commissario del PD a Roma Matteo Orfini in particolare.

[easy_ad_inject_1] La nuova giunta al Campidoglio viene inaugurata con un sindaco che ha dichiarato più volte di voler governare a lungo nonostante le continue polemiche dai fatti di Mafia Capitale, la situazione dei trasporti e dell’immondizia, le ipotesi pronunciate da più parti e poi ritirate di commissariamento per il Giubileo prima, per infiltrazioni mafiose poi e, le dimissioni recentissime di Silvia Scozzese e il “licenziamento” di Guido Improta.

Il rimpasto – Un Ignazio Marino certamente più forte che presenta come vicesindaco, con delega al Bilancio, il deputato Pd Marco Causi, al posto di Silvia Scozzese.
Al posto di Guido Improta ai Trasporti arriva Stefano Esposito, alla Scuola, al posto di Paolo Masini, l’ex sottosegretario all’Istruzione del Governo Letta, Marco Rossi Doria.
Assessore al Turismo è Luigina Di Liegro al Turismo mentre risultano confermati tutti gli altri assessori.

Tre anni e due fasi per cambiare Roma – “Quando mi sono insediato – ha premesso Marino presentando i nuovi assessori – anche se non credevo che avrei trovato una situazione di rigore e legalita’, non immaginavo di trovare le casse vuote, un disavanzo di quasi un miliardo di euro e la criminalita’ organizzata: mancavano solo le mine antiuomo. Non ho mai percepito un pressing per le mie dimissioni – ha assicurato – mi sento solido e sento la solidita’ del governo”.

“Due anni per cambiare il modo di governare la città, tre per cambiare effettivamente la città” promette Marino “Adesso nel cambiare la città vogliamo obiettivi concreti per questo triennio, questo programma possiamo chiamarlo di mid-term con tempi certi e risultati visibili a partire da subito”. “Abbiamo scelto delle priorità: il decoro, la pulizia, la mobilità, la casa, la rigenerazione urbana” ha aggiunto.

Poi su Matteo Renzi Marino chiarisce “Renzi ha parlato di principi di rigore molto seri che condivido fortemente. Renzi ha ragione nell’affermare che l’amministrazione di una città, in particolare della Capitale, vada valutata per ciò che ha fatto e per ciò che fa”.

“Non ho mai percepito alcun pressing da parte del governo, ma l’ho letto sui giornali”. “Mi sento solido e sento la solidità del governo,che vuole obiettivi e li raggiungeremo”.”Le persone sono state scelte per le capacità. Tutto il resto è polemica strumentale”.

Angelino Alfano: no commissariamento “Marino sottovalutò infiltrazioni”. Non ci sarà alcun commissariamento di Roma come emerge dalla relazione del prefetto Franco Gabrielli inviata al Viminale e che presto sarà sulla scrivania del premier Matteo Renzi.

Tuttavia alcune riserve sull’operato di Marino sono state evidenziate: Secondo quanto anticipa il Corriere, Marino avrebbe avuto la colpa di non essersi “reso conto di quanto stava accadendo all’interno del Campidoglio oppure ha sottovalutato il problema e le conseguenze sull’affidamento degli appalti e sulla gestione della macchina amministrativa”.
[easy_ad_inject_2]

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top