Roma. Medico prescrive solo due giorni di malattia: la paziente lo picchia

Roma, 9 marzo 2016 – Non doveva sentirsi poi così male la donna che ha picchiato il suo medico di base perché le aveva prescritto solo due giorni di malattia per il mal di schiena di cui si lamentava. La paziente pretendeva dal suo medico una prescrizione di almeno cinque giorni di malattia.

L’incredibile episodio finito in tribunale, di cui vi raccontiamo oggi, è avvenuto nel luglio del 2012 in via Motteggiana, nel quartiere Morena a Roma, dove una donna di 48 anni, dipendente di una ditta di pulizie, avrebbe fatto una vera e propria irruzione nello studio del suo medico di famiglia, urlando e inveendo contro il dottore con insulti offensivi perché reo di averle prescritto soltanto due giorni per la sua malattia.

Come se tutto ciò non bastasse, la donna (sempre afflitta dal suo dolore alla schiena) avrebbe aggredito il medico, prendendolo a schiaffi, strappandogli anche la camicia. In aiuto della donna anche il suo compagno che avrebbe sferrato un pugno al dottore.

Una disavventura che il medico di famiglia, dopo tanti anni di professione, di certo non si aspettava di vivere. Una brutta vicenda finita in tribunale che ha portato alla condanna della coppia da parte del giudice monocratico del tribunale di Roma a otto mesi di reclusione.

I due aggressori, che non si sarebbero mai presentati alle udienze, sono stati giudicati colpevoli dei reati di percosse, interruzione di un servizio pubblico e condannati anche a risarcire i danni causati al medico di base.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *