Roma. Secondo detenuto morto suicida nel carcere di Regina Coeli in 24 ore. Sindacati: “carcere sotto organico”

Roma, 21 luglio 2015 – Ancora una morte in carcere è stata registrata nelle ultime ore a Roma. Il carcere è quello di Regina Coeli. Si tratta del secondo detenuto trovato impiccato in carcere in poche ore dopo Ludovico Caiazza, il giovane arrestato a Latina ritenuto responsabile della morte del gioielliere a Roma.

[easy_ad_inject_1]A rivelarlo è il segretario generale aggiunto della Cisl Fns, Costantino Massimo che con un comunicato fa sapere: “Da quanto appreso il detenuto era ubicato nella settima sezione, la stessa del detenuto Caiazza”.

Ludovico Caiazza, anch’egli suicida in carcere, è il presunto killer del gioielliere di Roma. Per la
Fns Cisl Lazio “occorre chiarire la dinamica, ma occorrono urgenti provvedimenti del caso dovuti certamente ad un’inadeguata gestione”.

Secondo quanto si apprende da una nota della Cisl, il secondo detenuto trovato impiccato nel carcere romano di Regina Coeli sarebbe un 18enne rumeno arrestato alla fine dello scorso aprile con l’accusa di aver ucciso il truccatore dei vip Mario Pegoretti.

I sindacati sono sul piede di guerra. Leo Beneduci, segretario Osapp, sindacato di polizia penitenziaria, spiega: “Al Regina Coeli, come in moltissime carceri italiane, c’è un grave problema di sotto organico. In tutto il carcere ieri sera c’erano non più di 10-15 agenti di guardia, mentre nella settima sezione ce n’era solo uno”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *