Salerno. Sospesi 10 dipendenti assenteisti dell’ospedale: a casa per 12 mesi senza stipendio

Salerno, 24 settembre 2015 – Continuano le indagini della Procura di Salerno per fare piena luce sul caso dei dipendenti assenteisti dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona. Al momento sono dieci i dipendenti raggiunti da un’ordinanza di sospensione dal servizio che li costringerà a restare a casa per 12 mesi senza stipendio, incastrati da un’indagine della guardia di finanza partita grazie alla segnalazione di un dipendente.

[easy_ad_inject_1]Le indagini hanno appurato che i dipendenti dell’ospedale erano soliti timbrare il cartellino e poi dedicare la loro giornata lavorativa ad altri passatempi tranne che quello di assistere i malati e adempiere alle proprie funzioni. Alcuni sono stati persino filmati mentre giocavano a carte al bar con gli amici. Quello che forse è ancora più inaccettabile nella loro condotta è il fatto che, spesso, nelle loro buste paga compariva anche la voce relativa agli straordinari.

Non solo, dunque, i dipendenti indagati si assentavano dal luogo di lavoro ma in più si facevano pagare anche gli straordinari. Ovviamente, come ha sottolineato il Procuratore Lembo, quello che più è venuto a mancare è stato il controllo interno all’azienda ospedaliera che va proprio per questo rafforzato.

Intanto, fanno sentire la loro voce i dipendenti dell’ospedale che non vogliono essere etichettati tutti come assenteisti perché sono in molti a far il proprio dovere e a svolgere il loro delicato lavoro con passione e professionalità.24

Ad oggi sono dieci i dipendenti raggiunti da un’ordinanza di sospensione dal lavoro della durata di un anno ma quelli coinvolti sarebbero 850, per il momento indagati a piede libero per timbrature sospette. Chi più chi meno, stando alle registrazioni video, lasciava il posto di lavoro molto prima di quando avrebbe dovuto, in alcuni casi anche cinque ore prima.

Sono, infatti, ancora in corso le indagini della Procura di Salerno che sta vagliando le singole posizioni dei dipendenti dell’ospedale che con la complicità dei colleghi si dedicavano ai loro interessi privati, facendosi timbrare il cartellino di presenza o timbrandolo da sé per poi lasciare il luogo di lavoro e dedicarsi a tutt’altro.

Nella busta paga dei dipendenti assenteisti risultava spesso anche la voce relativa agli straordinari con ulteriore danno per le casse della Sanità, specie in REgione Campania già abbastanza dissestata.

La Guardia di Finanza, dopo una segnalazione, ha avviato un’indagine durata dal dicembre 2014 a febbraio 2015 installando delle telecamere nascoste dove i dipendenti timbravano il cartellino. Molti di loro sono stati seguiti e filmati mentre si recavano a fare la spesa, o dal parrucchiere o a giocare a carte al bar con gli amici, altri ancora mentre si godevano una passeggiata sulla spiaggia.

Il tutto mentre risultavano regolarmente sul posto di lavoro. Tra i dipendenti coinvolti già raggiunti dall’ordinanza di sospensione ci sono una caposala, quattro infermieri, due tecnici specializzati e tre operatori sanitari. Tra i reparti dell’ospedale di Salerno maggiormente coinvolti dall’assenteismo dei dipendenti vi sono anche quello di cardiologia e di oncologia.

“Sono mancati del tutto i controlli interni, non basta affidarsi a una macchinetta marcatempo per il controllo sul personale. Una attività delittuosa di tali dimensioni scredita il prestigio di un ospedale che annovera grandi personalità mediche”

ha dichiarato Corrado Lembo, il procuratore di Salerno.

Agli indagati, residenti nei comuni di Salerno, Mercato San Severino e Nocera Inferiore, vengono contestati i reati di truffa allo Stato e false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge.

La Corte dei Conti ha avviato un’indagine parallela per quantificare il danno economico arrecato alle case dello Stato.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *