Schio (Vicenza). Nube di vapori di ammoniaca: rientra l’emergenza

Schio, 13 gennaio 2016 – E’ rientrata l’emergenza data dal pericolo della nube di vapori di ammoniaca sprigionatasi ieri mattina da un cumulo di rifiuti ferrosi in una ditta di riciclo di rifiuti metallici a Schio.

Sul caso si sono immediatamente mobilitati l`Arpav e i Vigili del Fuoco che hanno evacuato l’azienda e l’area circostante per cento metri. Al di là della zona rossa, evacuata da tutti i civili, è stata stabilita una seconda area di minore pericolo con un raggio di 500 metri, entro cui i carabinieri e le forze dell`ordine hanno consigliato a residenti e aziende di tenere porte e finestre chiuse.

“L’effetto più pericoloso della reazione è consistito nell’emissione di ammoniaca, con valori degni di attenzione anche se non di pericolo immediato” si legge nelle agenzie.

Alle operazioni hanno assistito anche il personale del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss n. 4 di Thiene, il sindaco di Schio, il personale della polizia locale e i Carabinieri.

Altri inquinanti, pur ricercati, non sono stati rilevati. I dati sull’ammoniaca nell’aria saranno disponibili nelle prossime ore.

L’ammoniaca si sarebbe sprigionata per cause ancora ignote da un carico di 200 quintali contenuti nei cassoni di due camion provenienti dalla Bosnia, che doveva essere lavorato proprio in questi giorni.

A dare l’allarme ieri mattina i dipendenti dell’azienda dopo che hanno avvertito l`intenso odore di ammoniaca e una vampata di calore proveniente dai due camion, che comunque non si sono incendiati.

Il carico pericolo è stato coperto dai Vigli del Fuoco con sabbia, in attesa che la reazione chimica si esaurisca.

La pericolosità dell’ammoniaca: secondo quanto si evince da una dispensa dei vigili del fuoco pubblicata in rete: “L’ammoniaca è tossica per l’apparato respiratorio. Una esposizione severa o prolungata a vapori può provocare ulcerazioni alla congiuntiva ed alla cornea, edema alla glottide, broncospasma, edema polmonare ed arresto respiratorio. E’ altamente irritante per le mucose oculari e, in presenza di umidità, per la pelle.
Schizzi di ammoniaca liquida sulla pelle e negli occhi possono causare severe ustioni imputabili sia all’azione caustica che all’effetto refrigerante.
La sostanza può essere pericolosa per l’ambiente acquatico, in particolare per i pesci.”

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *