Sciopero autostrade oggi domenica 5 giugno. Disagi e code ai caselli: rischio bollino nero

Domenica a rischio bollino nero sulla rete di Autostrade per l’Italia a causa dello sciopero nazionale proclamato dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sla.

E’ previsto per la giornata di domenica 5 giugno uno sciopero delle autostrade che probabilmente, vista la giornata praticamente estiva e il maggiore afflusso di auto sopratutto di chi si reca fuori città, non potrà non causare disagi e code su tutta la rete autostradale.

I disagi sono previsti dalla stessa società Autostrade per l’Italia. Lo sciopero è nazionale ed è stato proclamato dal Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sla.

Per gli automobilisti il momento più critico sarà certamente ai caselli nelle ore dalle ore 10 alle 14 e dalle 18 alle 2 di lunedì 6 giugno. I varchi con pagamento solo manuale potranno essere chiusi per assenza di personale, mentre rimarranno aperti i varchi con cassa automatica e Telepass.

Autostrade conferma che saranno comunque garantiti i servizi di assistenza al cliente.

Come tenersi informati? – Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità saranno diramati tramite: i collegamenti “My Way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24 e su Sky TG24 (canali 100 e 500 di Sky e canale 50 del Digitale Terrestre); sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Appleý; su Sky TG24 HD ; sul sito autostrade.it; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.

Per quale motivo c’è lo sciopero autostrade? I sindacati fanno sapere che lo sciopero è stato indetto per il mancato rinnovo del contratto nazionale Autostrade e Trafori.
“Nonostante la disponibilità delle Organizzazioni Sindacali a ricercare soluzioni condivise tese ad accelerare il percorso negoziale, e dare il giusto ed equo aumento retributivo ai lavoratori del settore che si ricorda essere uno dei più “profittevoli” nel panorama industriale italiano” – si legge in un comunicato “le Associazioni Datoriali Fise e Federreti hanno ribadito posizioni insostenibili e provocatorie. La tesi ideologica espressa anche da altre controparti datoriali, viene puntualmente ribadita, da mesi, da Fise e Federreti le quali hanno reiterato la richiesta di scontare dai futuri aumenti contrattuali le quote di salario che ritengono di avere erogato in eccesso in occasione dell’ultimo rinnovo.
Le Associazioni Datoriali, inoltre, hanno avanzato richieste di modifiche normative finalizzate a conseguire aumenti di produttività e di flessibilità della prestazione lavorativa totalmente ingiustificati.
Tale comportamento risulta ancora di più insopportabile considerando gli straordinari risultati conseguiti da tutte le aziende del settore in termini di performance economico-finanziaria. A cinque mesi dalla scadenza del contratto tutto ciò non è tollerabile e, pertanto, le Segreterie Nazionali” proclamano lo sciopero di quattro ore per domenica 5 giugno e lunedì 6 giugno.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *