Sentinel 2A invia prime foto sulla salute ambientale e geologica della Terra e dell’Italia

Roma, 29 luglio 2015 – Arrivano le prime foto sullo stato di salute della Terra grazie a Sentinel 2, uno dei satelliti dell’omonima missione di osservazione della Terra sviluppato dall’ESA nell’ambito del “Global Monitoring for Environment and Security” con il compito di eseguire osservazioni terrestri a sostegno dei servizi come il monitoraggio delle foreste, cambiamenti geologici per il rilevamento e la gestione dei disastri naturali.

[easy_ad_inject_1] Lo rende noto l’Esa che spiega con una nota: “I dati sono stati trasmessi in tempo reale alla stazione di terra di Matera in Italia, dove le squadre aspettavano con impazienza il loro arrivo per l’elaborazione. Mentre l’Europa settentrionale e centrale era molto nuvolosa, il tipico tempo soleggiato in Italia ha permesso ai team di ottenere il primo assaggio delle capacità dello strumento multispettrale sulla parte nord-occidentale del paese e la Costa Azzurra – e sono stati eccitati da quello che hanno visto. Con una risoluzione al suolo di 10 m per pixel, le immagini mostrano singoli edifici a Milano, terreni agricoli lungo il fiume Po, e porti lungo la costa meridionale francese.

Mentre Keplero fotografa il pianeta “gemello” K452b altri satelliti fotografano proprio la Terra per capire come viene violentata da noi uomini. Le immagini inviate da Sentinel 2 saranno vagliate dagli esperti e intanto Sentinel-2A che sarà affiancato da Sentinel-2B, continuerà a ruotare a 760 chilometri di altezza oltre la Terra, scruterà la situazione ambientale del nostro pianeta grazie al sofisticato strumento multispettrale attraverso il quale una foglia può essere vista in 13 bande diverse dello spettro elettromagnetico.

Il suo compito è il monitoraggio del cambiamento della copertura del suolo per il monitoraggio ambientale, il monitoraggio delle colture e la gestione per aiutare la sicurezza alimentare, vegetazione dettagliata e monitoraggio delle foreste e il parametro di generazione (ad esempio, indice di area fogliare, la concentrazione di clorofilla, le stime di massa di carbonio), l’osservazione delle zone costiere (monitoraggio dell’ambiente marino, la mappatura delle zone costiere), il monitoraggio delle acque interne, il monitoraggio del ghiacciaio, l’estensione del ghiaccio mappatura, monitoraggio manto nevoso e flood mappatura e gestione (analisi dei rischi, la valutazione perdita, la gestione dei disastri durante le inondazioni).

Simonetta Cheli, capo del coordinamento europeo dei programmi di osservazione della Terra ha dichiarato: “Al netto delle considerazioni tecniche, tutte peraltro molto affascinanti con l’attività spaziale non facciamo che fare ciò che l’uomo ha sempre voluto: soddisfare la sua insopprimibile sete di conoscenza. ”

Sentinel 2 è stato lanciato il 23 giugno alle 3.51 ora italiana dalla base di Kourou (Guyana Francese) con un lanciatore Vega. Sentinel 2 è il secondo dei satelliti del programma europeo Copernicus, varato da Commissione Ue e Agenzia spaziale europea (Esa). Il lancio si è concluso 55 minuti dopo quando Sentinel 2 è stato lasciato in orbita, a circa 800 chilometri di altezza, e ha comunicato con le basi di terra.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *