Michelle Obama allo show di Jimmy Fallon. Messaggio a Barack, la sua “volpe argentata”

Ultima apparizione in tv di Michelle Obama come First Lady nel’Tonight Show’ di Jimmy Fallon. Saluto agli americani e un messaggio speciale al marito Barack Obama ringraziandolo di aver dimostrato di non essere un codardo, rivelandosi al contrario la sua “volpe argentata”! Leggi tutto “Michelle Obama allo show di Jimmy Fallon. Messaggio a Barack, la sua “volpe argentata””

E’ morta Anna Marchesini, 63 anni, malata da tempo di artrite reumatoide. Funerali lunedì

E’ morta la mattina di sabato l’attrice Anna Marchesini. Aveva 63 anni. I funerali si terranno in forma privata alle ore 16 lunedì 1 agosto ad Orvieto, città natale dell’attrice. Leggi tutto “E’ morta Anna Marchesini, 63 anni, malata da tempo di artrite reumatoide. Funerali lunedì”

Piazza del Popolo netturbino lava auto. Codacons denuncia e la Cgil difende. 100 euro di multa

Un netturbino dell’Ama è stato immortalato in un video intento a lavare un auto con una pompa in Piazza del Popolo, una delle più celebri piazze di Roma, ai piedi del Pincio, meta di milioni di turisti che si recano in visita presso la Basilica di Santa Maria in Montesanto o la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli o nella famosa Basilica di Santa Maria del Popolo.

La denuncia è partita con nota e video dell’associazione di consumatori Condacons.

“Nelle immagini riprese da un passante compare un uomo che indossa la divisa da operatore Ama che imbraccia una pompa ed esegue un lavaggio completo di una automobile bianca parcheggiata nella piazza, utilizzando una grande quantità di acqua” si legge in una nota dell’associazione. Il Codacons annuncia inoltre di aver presentato un esposto alla Procura di Roma, alla Sovrintendenza ai beni culturali e alla Corte dei Conti del Lazio.

La replica della Cgil: L’operatore Ama “Stava togliendo gli schizzi da un taxi che la spazzatrice aveva sporcato”. Non dunque un lavaggio privato ma semplicemente l’esercizio del proprio dovere nel pulire un taxi usando un idropompa per rimuovere gli schizzi causati dalla spazzatrice. E’ questa la difesa della Fp Cgil e del presidente Ama, Daniele Fortini.

Codacons incalza: una difesa che tuttavia non convince il Codacons che incalza “Pensano che qualcuno possa artefare un filmato per modificare la realtà, e addirittura tentano di trasformare un atto assurdo e riprovevole come quello avvenuto ieri in Piazza del Popolo in un comportamento lecito – afferma il Codacons – Anche nel caso in cui l’addetto Ama avesse sporcato il taxi (così come afferma il sindacato) il lavoratore non era in alcun modo autorizzato ad utilizzare un mezzo della società per riparare al proprio errore e pulire una vettura privata, perché ciò non è previsto dalla legge. Il tempo impiegato dall’addetto Ama a pulire il taxi, così come l’acqua utilizzata, sono stati interamente pagati dai romani attraverso le tasse sui rifiuti. Per non parlare del gravissimo danno all’immagine di Roma e dell’Italia prodotto dall’episodio di ieri, di cui dovrebbero rispondere i dipendenti colpevoli e a questo punto anche la Cgil Funzione Pubblica, sindacato che avrebbe fatto meglio ad aprire un procedimento contro il dipendente e cancellarlo dal sindacato stesso se iscritto. Anche perché le immagini pubblicate dal Codacons e le dichiarazioni del testimone che ha realizzato il video smentiscono l’ipotesi che il taxi sia stato sporcato per errore dalla spazzatrice, avendo l’addetto Ama pulito a fondo il tetto dell’auto, punto dove la spazzatrice non potrebbe arrivare a sporcare.

“Ora ci aspettiamo che anche il candidato Roberto Giachetti, il quale ha il sostegno della Cgil, intervenga a favore dell’attività di autolavaggio nelle piazze storiche di Roma, magari istituendo una gara in tema “car-wash” – afferma il candidato sindaco di Roma, Carlo Rienzi – Se troviamo inaccettabili le dichiarazioni della Cgil sul caso, ancor più anomalo risulta il silenzio di Giachetti, che sull’episodio non ha espresso alcun commento”.

Al netturbino 100 euro di multa : intanto è scattata la multa per il netturbino dell’Ama che ascoltato dai vigili riguardo ai fatti accaduti in Piazza del Popolo, è stato sanzionato a norma dall’articolo 9 nel Regolamento di Polizia Urbana che regola l’esercizio di mestieri e lavori sul suolo pubblico.

Rihanna mezza nuda nel nuovo video “Needed Me”. Parents Television Council: troppa violenza

Nuovo video con eros e scene cruenti tra strip tease e pallottole. Contro Rihanna si è schierata l’associazione Parents Television Council: il video mpstra troppa violenza.

La bella e brava cantante Rihanna sta facendo subito parlare di sé che appare decisamente sexy praticamente nuda coperta solo da un velo nel nuovo video “Needed Me”.

Sempre più audace, Rihanna vuole colpire d’effetto: a coprire la cantante barbadiana solo un tanga e vestaglia trasparente e mostra il seno nudo tra scene di sesso e violenza.

“Needed Me” è il terzo singolo estratto dall’album “ANTI”. Nel video diretto dal regista Harmony Korine la cantante che interpreta una spietata assassina che uccide un uomo nel privée di un club popolato da ballerine di lap dance nude. Rihanna indossa prima una vestaglia trasparente (con seno in bella vista) e un tanga. Poi è sensuale tra strip tease e pistole. ‘Veste’ i panni della cattivona: è una spietata assassina che uccide un uomo nel privèe di un locale notturno popolato da ballerine nude.

Rihanna ha regalato ai suoi followers diverse anteprime sul suo profilo Instagram.

Rihanna ha deciso così di mostrare tutti i video del suo album “Anti” in modalità “top eros”: in ‘Work’ ha dato vita ad un twerking scatenato con Drake, mentre in ‘Kiss It Better’ indossava una bollente lingerie trasparente in bianco e nero.

Contro Rihanna si scaglia il Parents Television Council, associazione statunitense, che ha condannato il video per la violenza mostrata. Non solo le parti erotiche ma anche la scena in cui spara ad un ragazzo tatuato è stata ritenuta troppo cruda ed al alto rischio di emulazione in un Paese dove la diffusione delle armi anche tra i giovani è a livelli preoccupanti.

Renzi in Abruzzo. “60 milioni all’INFN per la materia oscura”

Assergi, 22 febbraio 2016 – “Metteremo a disposizione sin dalle prossime settimane i 60 milioni di euro necessari per la manutenzione e l’innovazione dei laboratori del Gran Sasso. I soldi ci sono”.

Lo ha annunciato il premier Matteo Renzi durante la sua visita alla tappa abruzzese dei laboratori sotterranei del Gran Sasso di Assergi dove ha sede l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Renzi ha spiegato che il progetto riguarderà le ricerche sulla materia oscura.

Il premier è intervenuto anche sulla questione della ricostruzione de L’Aquila, distrutta dal terribile terremoto del 6 aprile 2009 che in piena notte fece 309 vittime.

“Ci sono 92 gru, sta ripartendo il lavoro nel centro storico. Il 25 agosto ho detto che sarei tornato dopo un anno, ne parleremo quando verrò a vedere fisicamente i cantieri” ha detto Renzi

Youtube. Angelino Alfano: In Italia la sicurezza ha tenuto

Roma, 31 dicembre 2015 – In Italia “la sicurezza ha tenuto, in un momento molto difficile per tutto il resto del mondo”.

E’ quanto ha detto, tra l’altro, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nel messaggio di auguri alle Forze dell’ordine e ai Vigili del fuoco pubblicato in un video postato anche su Youtube.

“Basti pensare ai tragici fatti di Parigi per rendersi conto di come, a pochi chilometri da casa nostra, si sia consumato in Europa un attacco terribile alla nostra libertà”, aggiunge, sottolineando l’attività di prevenzione delle Forze dell’ordine e dicendosi “orgoglioso” della loro professionalità.

Gran Bretagna. Tempesta Frank minaccia famiglia reale. Crollato ponte di Cambus O’May

Londra, 31 dicembre 2015 – Continua a infuriare in Gran Bretagna la tempesta “Frank” che a quanto pare non ha intenzione di risparmiare neanche la famiglia reale.

Sotto l’assedio della tempesta c’è infatti il castello di Balmoral, residenza della regina Elisabetta in Scozia, minacciato in queste ore dalla piena del fiume Dee, il cui livello continua a crescere in modo preoccupante.

Il fiume ha già travolto il ponte di Cambus O’May, che consente il passaggio dei pedoni, tanto amato dal principe Carlo.

Si segnalano in zona allagamenti in negozi, anche quelli che vendono souvenirs dedicati proprio alla famiglia reale dei Windsor.

Youtube. Premier spagnolo Mariano Rajoy colpito da schiaffo da un diciassettenne

Madrid, 17 dicembre 2015 – il premier spagnolo Mariano Rajoy è stato colpito da uno schiaffo scagliato da un giovane diciassettenne che si è avvicinato a lui durante una tappa elettorale in Galizia.

[easy_ad_inject_1]Il forte schiaffo al volto che gli ha fatto cadere e rompere gli occhiali è stato immortalato da una telecamera. Rajoy ha proseguito il tour elettorale a Pontevedra senza occhiali.

Di seguito il video che mostra lo schiaffo.

Il leader del partito post-indignado Pablo Iglesias ha subito inviato un mssaggio al premier preoccupandosi per la sua salute. L’aggressione è avvenuta all’indomani del duello-rissa in tv fra Rajoy e il leader socialista Pedro Sanchez, che lo ha offeso dichiarandolo una “persona non per bene”. Il premier aveva risposto definendo il rivale “vile, meschino e miserabile” .

Youtube. Malore per Vittorio Sgarbi, operato nella notte. In un video rassicura tutti

Modena, 17 dicembre 2015 – Vittorio Sgarbi, celebre critico d’arte, è stato colpito da malore e come da lui detto nel video pubblicato sotto ha rischiato entro mezz’ora di morire se non fosse stato sottoposto ad operazione chirurgica. Leggi tutto “Youtube. Malore per Vittorio Sgarbi, operato nella notte. In un video rassicura tutti”

Youtube. Renato Brunetta interrompe Matteo Renzi e il premier alza i toni

Doveva essere una mattina come tante alla Camera dei Deputati con il presidente del Consiglio a dar comunicazioni agli onorevoli in vista del prossimo Consiglio europeo.

[easy_ad_inject_1] Ad un certo punto è scoppiato il battibecco mentre Renzi stava parlando del bonus giovani previsto dal governo il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta lo ha interrotto e il premier ha risposto alzando i toni: “Si può discutere dell’iniziativa del governo, bonus non bonus… Certo, chi sostiene che sia una mancia elettorale ignora che non ci sono elezioni e che i 18enni non sono in vendita, non si fanno lavare il cervello con un piccolo bonus”.
Quindi, il premier si è rivolto direttamente a Brunetta: “E allora bisognerebbe ricordare – caro ex ministro di governi precedenti – che non si taglia sulla cultura, sulla scuola, sull’educazione, che non si taglia su ciò che è più forte per un paese civile. Che non serve a niente continuare a dire dappertutto che dobbiamo farci valere in Europa se quando siamo andati in Europa ci siamo dimenticati di dire chi eravamo e cosa potevamo portare al dibattito europeo”.
“Caro ex ministro della funzione pubblica, che ha pensato di interrompere un dibattito e non si rende conto che su questi temi bisognerebbe avere la pazienza di ascoltarsi, nessuno la interrompe quando parla lei” ha concluso il Presidente del Consiglio.

Poco dopo il commento di Renato Brunetta arriva con un post su Facebook: “FELICE DI ESSERE BESTIA NERA RENZI, CONTINUERO’ A FARE OPPOSIZIONE DEMOCRATICA
Renzi imbarazzante oggi al dibattito sul prossimo Consiglio europeo. Non ha detto nulla sulle questioni centrali, ad esempio sulle sanzioni alla Federazione Russa, se l’Italia le vuole rinnovare oppure no, non ha detto nulla sui Marò, non ha detto nulla sulla sicurezza se non ribadire le mance in legge di stabilita degli 80 euro al comparto sicurezza: nulla sul rinnovo del contratto, nulla sulla strategia più complessiva di contrasto al terrorismo.
Veramente imbarazzante. Ma la cosa più imbarazzante è che nella replica ha ritenuto di dividere l’opposizione, tra opposizione buona ed opposizione cattiva, mettendo, con grande onore da parte mia, me al centro dell’opposizione cattiva.
Grazie signor presidente del Consiglio, io continuerò a fare l’opposizione democratica in questo Paese, continuerò a fare l’opposizione a lei che non è mai stato eletto dal popolo, a lei che si basa su una maggioranza alla Camera di 130 deputati dichiarati incostituzionali, a partire dall’On. Boschi, a lei che ha comprato politicamente al Senato la sua maggioranza.
Ma gli italiani queste cose le sanno: è lei che deve andare a casa signor presidente del Consiglio, e io sono felice di essere la sua bestia nera e continuerò ad essere la sua bestia nera.”