Sibari. Truffa all’Inps: falsi braccianti scoperti dalla Guardia di Finanza

Cosenza, 29 aprile 2015 – La Guardia di Finanza di Cosenza e del Gruppo di Sibari hanno scoperto una truffa all’Inps per un valore di circa 700.000 euro tra indennità agricole illegittimamente erogate e contributi Inps dovuti ma non versati.

Secondo quanto si apprende da fonti locali un imprenditore aveva documentato l’assunzione di 175 braccianti agricoli a tempo determinato per oltre 15 mila giornate di lavoro, cosa che ha permesso ai soggetti assunti l’incasso di indennità agricole non dovute.

[easy_ad_inject_1]Le fiamme gialle hanno documentato che tali assunzioni erano state fatte in modo fraudolento usando documenti falsi.

Secondo gli inquirenti l’imprenditore provvedeva illecitamente a predisporre i documenti necessari per legittimare l’impiego della manodopera e inoltrava le denunce aziendali utili ad ottenere il rilascio da parte dell’INPS del relativo codice, indispensabile per l’invio trimestrale della dichiarazione di manodopera agricola, e la conduzione dei terreni.

In tutto l’Inps avrebbe erogato 156 indennità non dovute per disoccupazione agricola, 89 indennità per malattia, 14 indennità per maternità, per un importo complessivo di circa 527.000 euro. Inoltre altri 175 mila euro sarebbero le somme relative ai contributi previdenziali che l’azienda avrebbe omesso di versare al fisco.

I 175 presunti falsi braccianti agricoli e l’imprenditore sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e le loro posizioni sono al vaglio della magistratura.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *