You are here
Home > Salute > Sigarette elettroniche. Commissario europeo Vytenis Andriukaitis: “sono nocive per la salute”

Sigarette elettroniche. Commissario europeo Vytenis Andriukaitis: “sono nocive per la salute”

Fallback Image

Bruxelles, 27 aprile 2016 – Le sigarette elettroniche sono di nuovo sotto i riflettori e stavolta il monito arriva direttamente da Bruxelles, precisamente dal commissario europeo per la Salute Vytenis Andriukaitis che con le sue dichiarazioni infuoca ancora di più la discussione sulla pericolosità di questi dispositivi utilizzati dai consumatori per smettere di fumare o come alternativa alla sigaretta tradizionale.

“Il mercato delle sigarette elettroniche va regolamentato nella maniera più rigorosa possibile perché, a mio parere, è pericoloso per la salute pubblica”, ha detto Vytenis Andriukaitis, davanti ai membri della Commissione ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare del parlamento europeo.

Andriukaitis ha sottolineato che la regolamentazione delle sigarette elettroniche è di competenza degli Stati membri dell’Unione Europea (così come previsto dalla direttiva tabacco approvata nel 2014) e che la sua Commissione “sta cercando di raccogliere ogni tipo di informazione presso esperti e vari organismi responsabili per studiare come disciplinare il settore”.

Sembra che entro questa estate l’esecutivo dell’Unione Europea si sia proposto di pubblicare uno studio approfondito sulle sigarette elettroniche, un settore che sarà monitorato nei prossimi cinque anni per comprendere gli eventuali effetti sulla salute provocati dall’utilizzo di questi dispositivi, da cui purtroppo sono molto attratti anche gli adolescenti.

Nel corso dell’audizione di Andriukaitis è anche emerso che entro il 20 maggio i Paesi membri dell’UE dovrebbero recepire la direttiva europea sul tabacco nei rispettivi ordinamenti nazionali, ma ad oggi lo hanno fatto soltanto otto Paesi (tra cui il nostro).

Nel caso in cui il termine indicato dall’UE non venisse rispettato, Andriukaitis ha annunciato che non ci sarà alcun compromesso e saranno subito attivate le procedure di infrazione.

Similar Articles

Lascia un commento


Top