You are here
Home > Italia > Simona Vinci conquista il 54mo Premio Campiello con “La prima verità”

Simona Vinci conquista il 54mo Premio Campiello con “La prima verità”

Simona Vinci

E’ Simona Vinci, con “La prima verità” edito da Einaudi, la vincitrice della 54ma edizione del Premio Campiello. La Vinci si è aggiudicata il prestigioso premio con 79 voti su 280 voti della giuria dei Trecento.

Al secondo porto si è piazzata Elisabetta Rasy con “Le regole del fuoco” edito da Rizzoli con 64 voti. Terzo Andrea Tarabbia con “Il giardino delle mosche” edito dal Ponte alle Grazie con 62 voti; seguono Luca Doninelli con “Le cose semplici” (Bompiani) con 41 voti, e Alessandro Bertante con “Gli ultimi ragazzi del secolo” (Giunti) con 34 voti.

La prima verità: la trama del libro (disponibile anche su Google Books): “Nel 1992 Angela, giovane ricercatrice italiana, sbarca sull’isola di Leros. È pronta a prendersi cura, come i suoi colleghi di ogni parte d’Europa, e come i medici e gli infermieri dell’isola, del perdurante orrore, da pochi anni rivelato al mondo dalla stampa britannica, del “colpevole segreto d’Europa”: un’isola-manicomio dove a suo tempo un regime dittatoriale aveva deportato gli oppositori politici di tutta la Grecia, facendoli convivere con i malati di mente. Quelli di loro che non sono nel frattempo morti sono ancora tutti lí, trasformati in relitti umani. Inquietanti, incomprensibili sono i segni che accolgono la ragazza. Chi è Basil, il Monaco, e perché è convinto di avere sepolto molto in alto “ciò che rimane di dio?” E tra i compagni di lavoro, chi è davvero la misteriosa, tenace Lina, che sembra avere un rapporto innato con l’isola? Ogni mistero avrà risposta nel tesoro delle storie dei dimenticati e degli sconfitti, degli esclusi ”

Simona Vinci, classe 1970 è nata a Milano e vive a Budrio in provincia di Bologna. Esordì nel 1997 con il romanzo “Dei bambini non si sa niente”, edito da Einaudi nella collana Stile libero e vincitore del Premio Elsa Morante nel 2000. Al Premio Campiello si piazza tra i primi cinque nel 1999 con il suo romanzo “In tutti i sensi come l’amore” e nel 2003 sfiora la vittoria nella stessa kermesse con “Come prima delle madri”. La Vinci è anche traduttrice letteraria dall’inglese.

Il Premio Campiello è un premio letterario, istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto, che viene assegnato a opere di narrativa italiana. “Oggi il Premio, ritenuto uno tra i più prestigiosi d’Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano” – si legge sul sito ufficiale– “è un canale con il quale gli Industriali Veneti intendono offrire il loro contributo alla promozione della narrativa italiana e a incentivare e diffondere il piacere per la lettura nella consapevolezza che un premio trovi la sua massima ragion d’essere nel “creare nuovi lettori”.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top